Maratona Vivicitta' in Libano, 1. 500 bambini per pace

(AGI) - Roma, 28 nov. - La maratona Vivicitta' torna in Libanoper portare un messaggio di pace e dialogo tra culture ereligioni diverse: domenica a Tiro, circa 1.500 bambiniparteciperanno alla manifestazione podistica per la pace e lasolidarieta' organizzata dalla Uisp - Unione Italiana Sport perTutti, insieme all'Unrwa, l'agenzia Onu per i rifugiatipalestinesi, e la Cooperazione italiana dell'ambasciata diBeirut. Coinvolti giovani partecipanti libanesi, palestinesi,provenienti dai campi profughi limitrofi, e siriani sia deicampi profughi che delle scuole di Tiro. Sono previsti trepercorsi di 1, 2 e 3 km che si snoderanno sul

(AGI) - Roma, 28 nov. - La maratona Vivicitta' torna in Libanoper portare un messaggio di pace e dialogo tra culture ereligioni diverse: domenica a Tiro, circa 1.500 bambiniparteciperanno alla manifestazione podistica per la pace e lasolidarieta' organizzata dalla Uisp - Unione Italiana Sport perTutti, insieme all'Unrwa, l'agenzia Onu per i rifugiatipalestinesi, e la Cooperazione italiana dell'ambasciata diBeirut. Coinvolti giovani partecipanti libanesi, palestinesi,provenienti dai campi profughi limitrofi, e siriani sia deicampi profughi che delle scuole di Tiro. Sono previsti trepercorsi di 1, 2 e 3 km che si snoderanno sul lungomare dellacitta', nelle vicinanze del centro storico. A Tiro e' dislocatoil contingente militare Unifil, attualmente diretto dall'Italiacon circa mille militari, che collaborera' all'organizzazionedella manifestazione. La prima edizione di Vivicitta' in Libanosi svolse a Beirut nel 2007 ed era rivolta a tutta lapopolazione locale. "In seguito abbiamo scelto di concentrarsisulla popolazione dei campi profughi perche' sono quelli cherisentono maggiormente di problemi di carattere umanitario", haspiegato Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp, ricordandoche "dal 2012 abbiamo iniziato a coinvolgere anche bambinilibanesi e lo scorso anno abbiamo allargato ulteriormente iconfini accogliendo anche i piccoli profughi siriani. Cosi' lacorsa diventa una giornata di festa che coinvolge bambini didiverse etnie e credo religiosi". .