Isis: 110 australiani e 40 australiane in Siria e Iraq

(AGI) - Sydney (Australia), 26 feb. - Ogni giorno che passa siscoprono nuovi legami tra l'Australia, nell'immaginariocollettivo sinonimo di bellezze naturali e quieto vivere, ed ilterrorismo islamico. Dopo il piano sventato lo scorso settembredi una cellula jihadista di 15 terroristi che voleva decapitarecivili in strada, ed il boia di Isis Khalid Sharouf, 32enne diSydney, che il 18 febbraio ha sgozzato un uomo in Siria, oggiil ministro degli Esteri, la signora Julie Bishop, ha rivelatoche almeno 110 australiani hanno lasciato il Paese percombattere in Siria e Iraq al fianco di Isis e

(AGI) - Sydney (Australia), 26 feb. - Ogni giorno che passa siscoprono nuovi legami tra l'Australia, nell'immaginariocollettivo sinonimo di bellezze naturali e quieto vivere, ed ilterrorismo islamico. Dopo il piano sventato lo scorso settembredi una cellula jihadista di 15 terroristi che voleva decapitarecivili in strada, ed il boia di Isis Khalid Sharouf, 32enne diSydney, che il 18 febbraio ha sgozzato un uomo in Siria, oggiil ministro degli Esteri, la signora Julie Bishop, ha rivelatoche almeno 110 australiani hanno lasciato il Paese percombattere in Siria e Iraq al fianco di Isis e 40 giovaniaustraliane hanno seguito la stessa rotta, spesso per diventare"spose jihadiste"Molte donne, ha spiegato il ministro, vanno, inconsapevoli deirischi, al fronte attratte da terroristi uomini o accompagnandoi loro partner, o in verita' in cerca di un marito, attratte dapropaganda jihadista sul web. Gis