In Gb l'eccellenza del vino e dei sommelier italiani

(AGI) - Londra, 15 nov. - Il vino come eccellenza del Made inItaly, prodotto nazionale sempre piu' apprezzato all'estero ein una piazza internazionale come il Regno Unito. Anche perquesto l'Associazione Italiana Sommelier ha scelto Londra comepalcoscenico privilegiato per presentare per la prima volta inun Paese straniero la nuova guida "Vitae - la guida dei vinidel 2015", una raccolta di recensioni che e' anche il frutto dimesi di lavoro dei maestri sommelier italiani. Le schede,abbinate a ricette di cucina, contengono anche i 400 vinipremiati dall'Ais e i 25 prodotti che hanno ricevuto

(AGI) - Londra, 15 nov. - Il vino come eccellenza del Made inItaly, prodotto nazionale sempre piu' apprezzato all'estero ein una piazza internazionale come il Regno Unito. Anche perquesto l'Associazione Italiana Sommelier ha scelto Londra comepalcoscenico privilegiato per presentare per la prima volta inun Paese straniero la nuova guida "Vitae - la guida dei vinidel 2015", una raccolta di recensioni che e' anche il frutto dimesi di lavoro dei maestri sommelier italiani. Le schede,abbinate a ricette di cucina, contengono anche i 400 vinipremiati dall'Ais e i 25 prodotti che hanno ricevuto unospeciale riconoscimento da parte dell'associazione. Conun'affollata degustazione all'Italian Bookshop, istituzioneculturale a pochi passi da Piccadilly Circus e con molti legamicon l'Istituto Italiano di Cultura della capitale britannica,l'Ais ha cosi' lanciato sotto il Big Ben un prodotto culturaleche vuole anche essere una riscossa per il mercato enologicoitaliano, sempre piu' al centro delle sfide contemporanee.All'evento era presente anche il console generale a Londra,Massimiliano Mazzanti, che ha voluto portare il suo salutodella diplomazia italiana nel Regno Unito. "Abbiamo sceltoLondra soprattutto perche' e' un crocevia di genti e di culture- ha spiegato all'AGI il presidente dell'Ais, Antonello Maietta- e questa guida vuole essere uno strumento di supporto per ilvino del nostro Paese, che in genere e' assai difficile dacomunicare. Con questo libro, che ha un taglio un po' diversodal solito, raccontiamo il vino in tutti i suoi aspetti, dopouna selezione che ci ha portato a scrivere di 2mila aziende e10mila etichette diverse". .