EUROPA, LA CRESCITA PASSA DA VENEZIA

(VELINO) Roma, 4 Dic - L'esigenza di rivitalizzare gliinvestimenti infrastrutturali in Europa quale veicolo dicrescita. E' stato questo il concetto da cui sono partitil'ambasciata d'Italia a Londra e l'Autorita' portuale diVenezia per presentare presso la Residenza dell'ambasciatore,Pasquale Terracciano, il progetto "Venice Offshore-OnshoreTransfer System". Obiettivo dell'iniziativa e' incrementare lacapacita' del porto di Venezia e del relativo sistemalogistico. Il progetto fara' leva su finanziamenti europei eitaliani al fine di mobilitare capitali privati: l'intento e'la realizzazione di una espansione della capacita' di trafficomerci del porto di Venezia, attraverso la costruzione di un

(VELINO) Roma, 4 Dic - L'esigenza di rivitalizzare gliinvestimenti infrastrutturali in Europa quale veicolo dicrescita. E' stato questo il concetto da cui sono partitil'ambasciata d'Italia a Londra e l'Autorita' portuale diVenezia per presentare presso la Residenza dell'ambasciatore,Pasquale Terracciano, il progetto "Venice Offshore-OnshoreTransfer System". Obiettivo dell'iniziativa e' incrementare lacapacita' del porto di Venezia e del relativo sistemalogistico. Il progetto fara' leva su finanziamenti europei eitaliani al fine di mobilitare capitali privati: l'intento e'la realizzazione di una espansione della capacita' di trafficomerci del porto di Venezia, attraverso la costruzione di unterminal d'altura, a 8 miglia dalla bocca di porto diMalamocco, in combinazione con un terminal a terra, dasvilupparsi a Marghera. Cio' sara' la base di un progetto delvalore di 2,2 miliardi di euro, capace di valorizzareulteriormente il ruolo della piattaforma logisticanord-adriatica e incontrare la crescente domanda di trafficomerci in Europa centrale e orientale. Aperto da Terracciano eproseguito con una presentazione da parte del presidentedell'Autorita' Portuale di Venezia, Paolo Costa, il workshgopha riunito oltre 50 tra investitori, consulenti, espertilegali, rappresentanti del settore logistico e marittimo.Durante I lavori e' stata fornita evidenza della capacita' delprogetto di ridurre i tempi di navigazione di circa 5 giorninella rotta dall'Estremo Oriente all'Europa, con favorevoleimpatto ambientale. Cio' permettera' di consolidare l'Italiaquale destinazione di investimento e allo stesso temposalvaguardera' Venezia, eliminando il traffico petroliferononche' possibili discussioni sull'allargamento dei canalinavigabili in laguna. vel.