ECONOMIA, LE MARCHE PUNTANO SULLA CINA

(VELINO) Roma, 28 Nov - Missione in Cina per il presidentedella Regione Marche, Gian Mario Spacca il quale, con unadelegazione di imprese marchigiane dell'agroalimentare, hapartecipato a Pechino alla World of Food, evento di punta peril settore. Si tratta della piu' importante fiera dedicataall'import dell'agroalimentare per il nord est cinese, unmercato di 200 milioni di persone, con un fatturato complessivodi cinque miliardi di dollari. A questo mercato si stannoaffacciando con crescente interesse le aziende marchigiane.Spacca ha incontrato a Pechino l'ambasciatore italiano in CinaAlberto Bradanini, lo staff della sede diplomatica e alcuni

(VELINO) Roma, 28 Nov - Missione in Cina per il presidentedella Regione Marche, Gian Mario Spacca il quale, con unadelegazione di imprese marchigiane dell'agroalimentare, hapartecipato a Pechino alla World of Food, evento di punta peril settore. Si tratta della piu' importante fiera dedicataall'import dell'agroalimentare per il nord est cinese, unmercato di 200 milioni di persone, con un fatturato complessivodi cinque miliardi di dollari. A questo mercato si stannoaffacciando con crescente interesse le aziende marchigiane.Spacca ha incontrato a Pechino l'ambasciatore italiano in CinaAlberto Bradanini, lo staff della sede diplomatica e alcunioperatori cinesi per definire partnership al fine di utilizzare le strutture regionali quali piattaforma logisticaper Expo 2015. "In questo momento - ha aggiunto - l'Italia sideve dare da fare, perche' sta perdendo quote di mercatorispetto ad altri Paesi che hanno maggiore velocita' edeterminazione. Abbiamo un punto di forza rappresentato dalMade in Italy che caratterizza anche il settoredell'agroalimentare e la nutrizione, cioe' i temi di Expo 2015.Quindi abbiamo un'occasione irripetibile per rilanciare conancora piu' forza e convinzione la nostra strategia diinternazionalizzazione. E' per questo che alle Marche guardanoimportanti aree della Cina quale piattaforma per Expo 2015. Peri nostri territori si tratta di una grande opportunita', su cuici stiamo impegnando in questi giorni". La visita a Pechino e'stata anche occasione per focalizzare un progetto editorialeinteressante. Riguarda il ruolo storico della Corte di Appellodi Ancona, che ha esercitato per un lungo periodo nello scorsosecolo la funzione di Foro di secondo grado dei TribunaliConsolari della Cina. Il progetto sara' presentato incollaborazione tra ambasciata italiana e la Regione. vel.