Business Forum ad Hanoi per oltre 65 imprese italiane

(AGI) - Hanoi, 24 nov. - Al via ad Hanoi il Business Forum checoinvolge oltre 65 imprese italiane volate in Vietnam perpartecipare alla missione organizzata dai ministeri degliEsteri e dello Sviluppo economico, Confindustria, Ice, Abi,Rete Imprese Italia, Unioncamere e Conferenza delle Regioni. Alforum, occasione di approfondimento delle relazionipolitico-economiche tra i due Paesi, seguiranno incontribilaterali tra gli operatori, utili ad avviare contatti pernuove collaborazioni, mentre martedi' si terra' la primaCommissione Economica Bilaterale tra Italia e Vietnam, chedara' vita a un meccanismo di consultazione periodico sui temicommerciali ritenuti prioritari. I 120

(AGI) - Hanoi, 24 nov. - Al via ad Hanoi il Business Forum checoinvolge oltre 65 imprese italiane volate in Vietnam perpartecipare alla missione organizzata dai ministeri degliEsteri e dello Sviluppo economico, Confindustria, Ice, Abi,Rete Imprese Italia, Unioncamere e Conferenza delle Regioni. Alforum, occasione di approfondimento delle relazionipolitico-economiche tra i due Paesi, seguiranno incontribilaterali tra gli operatori, utili ad avviare contatti pernuove collaborazioni, mentre martedi' si terra' la primaCommissione Economica Bilaterale tra Italia e Vietnam, chedara' vita a un meccanismo di consultazione periodico sui temicommerciali ritenuti prioritari. I 120 imprenditori italiani, guidati dal sottosegretarioagli Esteri Benedetto Della Vedova, resteranno nel Paeseasiatico fino a mercoledi', facendo tappa anche a Citta' Ho ChiMinh, dove ci saranno ulteriori incontri "b2b". La missionepunta ad aumentare le opportunita' di business in vari settori,come meccanica/meccanica strumentale, energie e energierinnovabili, medicale e biomedicale, infrastrutture,connettivita' e approfondire le occasioni di investimentoofferte dai 119 parchi industriali presenti nel Paese,attrattivi per i trattamenti fiscali agevolati e le procedureburocratiche snelle. Il Vietnam e' caratterizzato da elevatitassi di crescita economica, bassi costi di manodopera e unapopolazione con alti livelli di educazione e dall'eta' mediamolto bassa. Nel 2013, il Pil ha registrato un +5,4% e leprevisioni per il 2014 lo vedono in crescita al +5,8%. (AGI).