WEC 2010: DESCALZI (ENI), TRE REGOLE PER UNA NUOVA SOSTENIBILITA'

(AGI) Montreal, 16 set. - Tre regole per evitare che undisastro come quello del Golfo del Messico si possa ripetere eassicurare al mondo "un'offerta di energia efficiente esostenibile". Dal World Energy Congress, che si chiude oggi aMontreal, Claudio Descalzi, numero due di Eni, illustra ilmodello di sostenibilta' del Cane a sei zampe. L'occasione e'la tavola rotonda "The 'Fantastic Four' of Sustainability:Rules, Rights, Reputation, Respect", organizzata da Oil,trimestrale di Eni, a cui hanno partecipato anche Gary Hart, exsenatore degli Stati Uniti per il Partito Democratico; DanielYergin, presidente del CERA e Moises

(AGI) Montreal, 16 set. - Tre regole per evitare che undisastro come quello del Golfo del Messico si possa ripetere eassicurare al mondo "un'offerta di energia efficiente esostenibile". Dal World Energy Congress, che si chiude oggi aMontreal, Claudio Descalzi, numero due di Eni, illustra ilmodello di sostenibilta' del Cane a sei zampe. L'occasione e'la tavola rotonda "The 'Fantastic Four' of Sustainability:Rules, Rights, Reputation, Respect", organizzata da Oil,trimestrale di Eni, a cui hanno partecipato anche Gary Hart, exsenatore degli Stati Uniti per il Partito Democratico; DanielYergin, presidente del CERA e Moises Naim, Senior associate delCarnegie Endowment for International Peace. "Al 2030, sara' necessaria una produzione addizionale di100 Mboe al giorno per coprire l'esaurimento dei giacimentiesistenti e la nuova domanda", ha spiegato Descalzi,sottolineando come l'industria dell'oil&gas fatichi a tenere ilpasso. "Negli ultimi sei anni - ha detto - in Nord Africa,Medio Oriente o in Sud America non e' stato sviluppato alcunnuovo grande progetto". Per invertire questo trend, haaggiunto, "dobbiamo focalizzare il nostro impegno su tre regolebasilari, peculiari del nostro settore". (AGI) Cli/Ccc (Segue)