Russia: Camera Commercio, 'miope' giocare con prezzo petrolio

(AGI) - Torino, 12 giu. - E' "miope" giocare con il prezzo delpetrolio come sta facendo l'Arabia Saudita, in quanto ilmercato ha bisogno di stabilita' per funzionare. Lo hadichiarato il vice presidente della Camera di Commercio russa,Georgy Petrov, intervistato dall'Agi durante i lavori del WorldChambers Congress in corso a Torino. "Non esistono prezzi bassio prezzi alti, quello di cui abbiamo bisogno come produttorisono i prezzi stabili", ha affermato Petrov, "le attualiquotazioni sono abbastanza accettabili per noi ma non lo sonoper l'Arabia Saudita che ora puo' reggere perche' ha risorseenormi ma

(AGI) - Torino, 12 giu. - E' "miope" giocare con il prezzo delpetrolio come sta facendo l'Arabia Saudita, in quanto ilmercato ha bisogno di stabilita' per funzionare. Lo hadichiarato il vice presidente della Camera di Commercio russa,Georgy Petrov, intervistato dall'Agi durante i lavori del WorldChambers Congress in corso a Torino. "Non esistono prezzi bassio prezzi alti, quello di cui abbiamo bisogno come produttorisono i prezzi stabili", ha affermato Petrov, "le attualiquotazioni sono abbastanza accettabili per noi ma non lo sonoper l'Arabia Saudita che ora puo' reggere perche' ha risorseenormi ma ha anche molti obblighi sociali, non e' un Paesepiccolo come il Qatar". "Giocare con il prezzo del petrolio e'una politica miope, i produttori hanno bisogno di prezzistabili", ha concluso il vice presidente della Camera diCommercio russa, "e non avremo prezzi stabili finche' avremoesportatori e importatori/raffinatori, quando i produttoriinizieranno a esportare prodotti finiti e non greggio, alloraavremo prezzi stabili". .