MEDITERRANEO: LOMBARDO, STRUTTURA MACROREGIONALE COORDINI POLITICA

(AGI) - Palermo, 9 dic. - Occorre costruire "un modello disviluppo alternativo, da offrire per il superamento della crisidi altri modelli, rivelatisi effimeri, il cui fallimentorischia di travolgere soprattutto le popolazioni piu' deboli apartire da quelle mediterranee". Ne e' convinto il presidentedella Regione siciliana, Raffaele Lombardo, che questa mattinaaprendo a Catania il primo Forum interistituzionalemediterraneoha proposto la nascita di un coordinamento stabile, di unastruttura macroregionale, leggera ma permanente, nell'ambitodel Segretariato dell'Unione per il Mediterraneo, che "dovra'per questo avvalersi di un congruo numero di esperti regionalidistaccati e con almeno

(AGI) - Palermo, 9 dic. - Occorre costruire "un modello disviluppo alternativo, da offrire per il superamento della crisidi altri modelli, rivelatisi effimeri, il cui fallimentorischia di travolgere soprattutto le popolazioni piu' deboli apartire da quelle mediterranee". Ne e' convinto il presidentedella Regione siciliana, Raffaele Lombardo, che questa mattinaaprendo a Catania il primo Forum interistituzionalemediterraneoha proposto la nascita di un coordinamento stabile, di unastruttura macroregionale, leggera ma permanente, nell'ambitodel Segretariato dell'Unione per il Mediterraneo, che "dovra'per questo avvalersi di un congruo numero di esperti regionalidistaccati e con almeno uno dei vice-segretari aggiuntiespresso dalle Regioni. All'Unione Europea -ha proseguitoLombardo- proponiamo un modello di sviluppo, alternativo aquello che ha prodotto la crisi con la speculazione finanziariainternazionale, fondato sul territorio e sugli altri valoripresenti nel Mediterraneo, come la famiglia, le Religioni, lecomunita' locali, la solidarieta', la creativita', i dirittiumani, le liberta' civili, coniugate con l'innovazione e lacompetitivita',al servizio dell'uomo". Per Lombardo occorrecostruire "un modello di sviluppo alternativo, da offrire peril superamento della crisi di altri modelli, rivelatisieffimeri, il cui fallimento rischia di travolgere soprattuttole popolazioni piu' deboli a partire da quelle mediterranee".(AGI)Rap/Mzu