MEDITERRANEO: LOMBARDO, EUROPA ASSENTE IN EVOLUZIONE MONDO ARABO

(AGI) - Palermo, 9 dic. - "La Sicilia e' il naturale punto diincontro e di sintesi fra i popoli e le culture mediterranee.Il Forum di Catania e' l'occasione per riprendere a parlare diquello che occorre fare da noi, per non subire soluzionialtrui. La 'Primavera Araba' e il disagio diffuso presso ipopoli mediterranei schiacciati dalla crisi finanziariainternazionale sono le ragioni ineludibili per rivederecriticamente tutta la politica mediterranea, aggiornarla erilanciarla". Lo ha detto il presidente della Regionesiciliana, Raffaele Lombardo, aprendo stamattina a Catania ilprimo Forum interistituzionale mediterraneo. Dopo aver definito"anacronistico" l'arroccamento

(AGI) - Palermo, 9 dic. - "La Sicilia e' il naturale punto diincontro e di sintesi fra i popoli e le culture mediterranee.Il Forum di Catania e' l'occasione per riprendere a parlare diquello che occorre fare da noi, per non subire soluzionialtrui. La 'Primavera Araba' e il disagio diffuso presso ipopoli mediterranei schiacciati dalla crisi finanziariainternazionale sono le ragioni ineludibili per rivederecriticamente tutta la politica mediterranea, aggiornarla erilanciarla". Lo ha detto il presidente della Regionesiciliana, Raffaele Lombardo, aprendo stamattina a Catania ilprimo Forum interistituzionale mediterraneo. Dopo aver definito"anacronistico" l'arroccamento degli Stati membri a difesa deivecchi poteri nazionali, le cui conseguenze si avvertono"nell'impotenza a fronteggiare la crisi finanziaria", Lombardoha affermato che non esiste una politica estera europea e "nell'attuale fase evolutiva del mondo arabo, fallite lepolitiche dei principali Stati membri, praticamente l'Europanon esiste ancora. Le Regioni -ha aggiunto Lombardo- sono losnodo in cui la dimensione locale confluisce con gli altrilivelli di governance e possono trasmettere le proposte el'energia che promana dai territori e dalle specificita' localiall'Ue, anche attraverso gli strumenti creati per favorire lacooperazione mediterranea". Il presidente ha sottolineato che "la Sicilia stacontribuendo a questo progetto dotandosi delle infrastrutturemateriali e immateriali indispensabili per risultareattrattiva. Abbiamo di recente riconquistato con tempestivita'e determinazione il terminale ferroviario, stradale, marittimo,e aereo dell'asse principale Nord-Sud della Rete transeuropeadei trasporti TEN-T. Per questo rivendichiamo la rapidarealizzazione del ponte sullo Stretto di Messina e di tutte leopere connesse a partire dall'alta capacita' e alta velocita'ferroviaria (anche 'interna' fra Messina, Catania e Palermo).Stiamo facendo dei porti siciliani, in vista del collegamentoferrato attraverso il ponte, i terminali al centro delMediterraneo di tutto l'entroterra europeo". (AGI)Rap/Mzu