Terzo weekend (2-5 aprile): Un viaggio scandito da accostamenti arditi tra repertorio passato e contemporaneo da Bach a Schoenberg a Donatoni e Sibelius