Migranti: Confitarma, soccorso doveroso ma non spetta a mercantili

(AGI) - Roma, 27 ott. - Il salvataggio in mare e' una legge nonscritta che viene doverosamente rispettata ma di fronteall'attuale flusso di migranti, divenuto strutturale nelMediterraneo, il coinvolgimento delle navi mercantili dovrebbeessere ridotto il piu' possibile. Parla con il cuore ma anchecon razionalita' Mario Mattioli, presidente della CommissioneEducation di Confitarma, a margine della conferenza "Migrantsat sea" organizzata nell'ambito del Festival della Diplomazia aRoma. "In situazioni cosi' drammatiche, con migranti chearrivano su barconi fatiscenti, gommoni che affondano, si devedare soccorso, e' una legge non scritta", ha spiegato. "D'altra parte pero',

(AGI) - Roma, 27 ott. - Il salvataggio in mare e' una legge nonscritta che viene doverosamente rispettata ma di fronteall'attuale flusso di migranti, divenuto strutturale nelMediterraneo, il coinvolgimento delle navi mercantili dovrebbeessere ridotto il piu' possibile. Parla con il cuore ma anchecon razionalita' Mario Mattioli, presidente della CommissioneEducation di Confitarma, a margine della conferenza "Migrantsat sea" organizzata nell'ambito del Festival della Diplomazia aRoma. "In situazioni cosi' drammatiche, con migranti chearrivano su barconi fatiscenti, gommoni che affondano, si devedare soccorso, e' una legge non scritta", ha spiegato. "D'altra parte pero', le leggi prevedono che il soccorsosia per eventi casuali, situazioni rare" mentre ormai nelMediterraneo il fenomeno e' diventato "strutturale". Perquesto, secondo Mattiolo, "l'obiettivo dovrebbe essere quellodi ridurre quanto piu' possibile, se non eliminare, questogenere di richieste di soccorso alle navi mercantili". (AGI).