Isis: ambasciatore Iraq, Occidente ci aiuti o pericolo per Europa

(AGI) - Roma, 26 ott. - "L'Occidente non ci aiuta abbastanza","serve invece un suo impegno maggiore per sostenere l'Iraq estabilizzare la zona, altrimenti il pericolo arrivera' inEuropa": e' l'allarme lanciato dall'ambasciatore iracheno aRoma, Saywan Sabir Mustafa Barzani, nel corso di un incontroall'Universita' Roma Tre nell'ambito del Festival dellaDiplomazia. Guardando alla situazione odierna in Medio Oriente,l'ambasciatore ha messo in guardia dal "cancro" dell'Isis cheha conquistato ampie zone dell'Iraq e della Siria, puntando ildito contro la mancanza di iniziative dell'Occidente. "Non c'e'un sostegno chiaro" a Baghdad, ha sottolineato. E cosi', haaggiunto

(AGI) - Roma, 26 ott. - "L'Occidente non ci aiuta abbastanza","serve invece un suo impegno maggiore per sostenere l'Iraq estabilizzare la zona, altrimenti il pericolo arrivera' inEuropa": e' l'allarme lanciato dall'ambasciatore iracheno aRoma, Saywan Sabir Mustafa Barzani, nel corso di un incontroall'Universita' Roma Tre nell'ambito del Festival dellaDiplomazia. Guardando alla situazione odierna in Medio Oriente,l'ambasciatore ha messo in guardia dal "cancro" dell'Isis cheha conquistato ampie zone dell'Iraq e della Siria, puntando ildito contro la mancanza di iniziative dell'Occidente. "Non c'e'un sostegno chiaro" a Baghdad, ha sottolineato. E cosi', haaggiunto Barzani, "il primo pericolo e' per l'Europa: oggi aMosul e Raqqa ci sono oltre 10mila terroristi che vengonodall'Europa e li torneranno". Per questo, "c'e' bisogno di unmaggiore impegno occidentale" che finora, nonostante lacoalizione internazionale operativa da un anno, "non e'riuscito a distruggere l'Isis". (AGI)Rmo/Tig