Al via Festival Diplomazia, focus su crescita e diseguaglianze

(AGI) - Roma, 20 ott. - Oltre 50 appuntamenti in nove giorni suargomenti di stretta attualita', con la collaborazione di piu'di 70 ambasciate, 7 universita' e numerosi partner scientifici:questi i numeri del VI Festival della Diplomazia che siappresta a prendere il via giovedi' a Roma con un fittoprogramma di incontri che ruoteranno attorno al tema della"Crescita inclusiva, diseguaglianze e squilibri politici". Adaprire la kermesse saranno Giorgio Bartolomucci, segretariogenerale del Festival, e Giampiero Massolo, presidente delComitato Scientifico, seguiti dal dialogo fra Claudio Descalzi,amministratore delegato Eni, e Roberto Napoletano, direttore IlSole

(AGI) - Roma, 20 ott. - Oltre 50 appuntamenti in nove giorni suargomenti di stretta attualita', con la collaborazione di piu'di 70 ambasciate, 7 universita' e numerosi partner scientifici:questi i numeri del VI Festival della Diplomazia che siappresta a prendere il via giovedi' a Roma con un fittoprogramma di incontri che ruoteranno attorno al tema della"Crescita inclusiva, diseguaglianze e squilibri politici". Adaprire la kermesse saranno Giorgio Bartolomucci, segretariogenerale del Festival, e Giampiero Massolo, presidente delComitato Scientifico, seguiti dal dialogo fra Claudio Descalzi,amministratore delegato Eni, e Roberto Napoletano, direttore IlSole 24 Ore, su "Sfide e opportunita' per l'industria italiananello scenario globale". Tanti gli ospiti di rilievo chiamati aconfrontarsi sul tema centrale della manifestazione, come ilpresidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, ilsottosegretario di Stato, Marco Minniti, il direttore diFrontex, Fabrice Leggeri, ma anche l'astrofisico Hubert Reeves,la sociologa Saskia Sassen, l'economista Enrico Giovannini e ladocente di Disciplina internazionale e Public Affairs, YasmineErgas. Insieme a loro, anche molti ambasciatori e autorevolirappresentanti della Commissione Europea. L'Istituto Superioredi Sanita', con il patrocinio del ministero della Salute,affrontera' la questione di grande attualita', "Fenomenimigratori e la relativa profilassi internazionale". Inprogramma anche tematiche di carattere piu' economico etecnologico, con l'intervento del presidente dell'Associazioneeuropea industrie Aerospazio e Difesa, ad e dg di Finmeccanica,Mauro Moretti, e un focus speciale sulle politiche energetichedel continente africano con gli ambasciatori dei Paesidell'area Sadc. Spazio anche alle migliori start up innovativeitaliane che incontreranno le ambasciate di Australia, Brasile,Canada, Inghilterra, Cile, USA, Svizzera, Francia, Israele,Polonia, con lo scopo di accedere ai mercati esteri. Grande approfondimento sugli scenari geopolitici relativial G20 2015 in Turchia con l'ambasciatore turco Ayd?n AdnanSezgin e il sottosegretario del ministero dell'Economia eFinanze, Pier Paolo Baretta. Sui difficili rapporti diplomaticitra Stati Uniti e Iran interverra' Gary Sick, il principaleconsigliere della Casa Bianca per l'Iran durante la rivoluzionedel 1979 e il negoziato sugli ostaggi. Discuteranno sul ruolo delle donne nella risoluzione diconflitti internazionali, 15 anni dopo la Risoluzione 1325, larappresentante speciale del segretario generale della Nato perle Donne, la Pace e la Sicurezza, Marriet Schuurman, e la primadonna preside della Nato Defense College con sede a Roma, DariaDaniels Skodnik. Dopo il successo della passata edizione torna,al Teatro dei Dioscuri, il Grande Processo, quest'anno dedicatoalle Nazioni Unite in occasione del 70esimo anniversario: alladifesa Franco Frattini, per l'accusa Federigo Argentieri,testimoni Guido Lenzi, Angelo Panebianco e Carmen Lasorella,con Ferdinando Imposimato come presidente della Corte. IlFestival della Diplomazia ospitera' una curiosa e interessanteanalisi del dress language del XX secolo con interventi dell'addi Gattinoni2, Stefano Dominella, e il responsabilecomunicazione istituzionale del Dipartimento delle informazioniper la sicurezza, Paolo Scotto di Castelbianco. Accompagnatidalla musica del Conservatorio di Santa Cecilia, si parlera'anche di cibo come fattore determinante alla creazione diun'identita' collettiva europea con Massimo Montanari,professore di Storia Medievale e Storia del Cibo pressol'Universita' di Bologna, Guido Fabiani, assessore alloSviluppo Economico e Attivita' produttive della regione Lazio,e Andrea Olivero, vice ministro delle Politiche Agricole,Alimentari e Forestali. La manifestazione, che si articolera'in una serie di incontri e lezioni presso diverse luoghiistituzionali e accademici, e' organizzata con il patrociniodel ministero degli Esteri, della Rappresentanza in Italiadella Commissione e del Parlamento Europeo. (AGI).