National day Mozambico, "per un mondo libero dalla fame"

(AGI) - Rho (Milano), 25 set. - "Il Mozambico sottoscrive erecepisce gli obiettivi della Carta di Milano che, in sostanza,rispecchia l'obiettivo del nostro stesso Paese per avere unmondo libero dalla fame". E' l'impegno che si assume il governomozambicano attraverso le parole del ministro dell'Agricoltura,Jose' Antonio Pacheco, pronunciate alla cerimonia per ilNational day che, il 25 settembre, Expo 2015 ha dedicato allanazione africana. L'Esposizione universale, ha detto ilministro, "e' un successo, non solo per qualita' e quantita'dei partecipanti, ma per l'eredita' che lascia al Pianeta, apartire dagli strumenti per combattere la

(AGI) - Rho (Milano), 25 set. - "Il Mozambico sottoscrive erecepisce gli obiettivi della Carta di Milano che, in sostanza,rispecchia l'obiettivo del nostro stesso Paese per avere unmondo libero dalla fame". E' l'impegno che si assume il governomozambicano attraverso le parole del ministro dell'Agricoltura,Jose' Antonio Pacheco, pronunciate alla cerimonia per ilNational day che, il 25 settembre, Expo 2015 ha dedicato allanazione africana. L'Esposizione universale, ha detto ilministro, "e' un successo, non solo per qualita' e quantita'dei partecipanti, ma per l'eredita' che lascia al Pianeta, apartire dagli strumenti per combattere la fame nel mondo".Parlando del proprio Paese, Pacheco ha affermato che propriol'agricoltura rappresenta "la base fondamentale per lo svilupposocioeconomico del Mozambico", e per questo "il governoprivilegera' il settore con l'aumento degli investimentipubblici e privati finalizzati ad aumentare la produttivita',creare posti di lavoro e incrementare il reddito dellefamiglie". Del resto, lo Stato africano si e' posto come"obiettivo prioritario la lotta alla poverta' e allamalnutrizione, e in questo senso l'agricoltura svolge un ruolostrategico per la crescita della nazione". Ovviamente, hasottolineato il ministro, non si puo' prescindere "dalle nostreingenti risorse minerarie come il carbone e il gas", che pero'devono essere la via per "acquisire denaro in modo rapido dainvestire nello sviluppo rurale e, attraverso di esso, permigliorare le condizioni economiche di tutta la popolazione".Il ministro, inoltre, ha sottolineato che la presenza a Expodel Mozambico ha "come obiettivo anche di rafforzare lestoriche relazioni di amicizia e cooperazione con l'Italia, cheper noi e' un Paese fratello in Europa", in virtu' del "ruoloche l'Italia ha avuto nel percorso di pacificazione nazionaleculminato con gli accordi di Roma del 1992", con il quale simise fine a una lunga e sanguinosa guerra civile. Il saluto delgoverno italiano e' stato affidato al sottosegretario delministero degli Esteri, Benedetto Della Vedova, che ha messo inevidenza "il profondo e consolidato spirito di amicizia tra inostri popoli". Per il sottosegretario, la presenza delMozambico a Expo 2015 e' anche un'opportunita' "perapprofondire sempre di piu' le gia' ottime relazionibilaterali" e "rilanciare la cooperazione tra due economiecomplementari". In Mozambico, ha concluso Della Vedova, "sonogia' 30 le aziende presenti, e la nostra intenzione e' chequesta presenza cresca ancora". Terminati i discorsi ufficiali,si sono scatenate le danze del gruppo folkloristico 'TimbilaOrchestra Eduardo Durao' che ha 'scortato', al suono deitamburi, le delegazioni ufficiali fino al padiglionemozambicano, 250 metri quadrati ricavati all'interno delcluster 'Cereali e Tuberi'. Qui e' andata in scena unadimostrazione della ricchezza della cucina locale, tra le piu'prestigiose dell'Africa, anche grazie alla ricca influenzaportoghese, eredita' di un periodo coloniale che affonda le sueradici alla fine del XV secolo. Nel pomeriggio, invece, unaconferenza sulle opportunita' di investimento nel Paese, tra leeconomie in piu' rapido sviluppo in Africa grazie a unacrescita media annua del 7,5% nell'ultimo decennio. (AGI) .