National day Ecuador: Paese riunisce tutte meraviglie mondo

(AGI) - Milano, 13 giu. - "L'Ecuador e' un territorio piccolodove riuniamo le meraviglie della geografia di tutto il mondo".Con queste parole il Presidente dell'Ecuador Rafael Correa hadato il via alle celebrazioni per il National Day del suo Paesea Expo Milano 2015. "Ecuador - ha aggiunto Correa - significa'essere al centro del mondo', e oggi noi ci troviamo al centrodi questo piccolo mondo che e' Expo". La Giornata Nazionaledell'Ecuador si e' aperta con la cerimonia dell'alzabandieraaccompagnata dalle note dell'inno italiano e di quelloecuadoriano, intonato in modo spontaneo dai presenti.All'incontro sono

(AGI) - Milano, 13 giu. - "L'Ecuador e' un territorio piccolodove riuniamo le meraviglie della geografia di tutto il mondo".Con queste parole il Presidente dell'Ecuador Rafael Correa hadato il via alle celebrazioni per il National Day del suo Paesea Expo Milano 2015. "Ecuador - ha aggiunto Correa - significa'essere al centro del mondo', e oggi noi ci troviamo al centrodi questo piccolo mondo che e' Expo". La Giornata Nazionaledell'Ecuador si e' aperta con la cerimonia dell'alzabandieraaccompagnata dalle note dell'inno italiano e di quelloecuadoriano, intonato in modo spontaneo dai presenti.All'incontro sono intervenuti il Commissario Generale di ExpoMilano 2015 Bruno Antonio Pasquino e il Presidente del SenatoPietro Grasso. Presenti, inoltre, il Commissario Unico delegatodel Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala il ministrodegli Affari Esteri dell'Ecuador Ricardo Patino e i ministridel Commercio Estero e del Turismo, Diego Aulestia e SandraNaranjo. Nel corso del suo intervento, il Presidente Correa haringraziato la comunita' ecuadoriana in Italia - circa 100 milapersone - che ha aiutato i familiari rimasti in Ecuador aitempi della crisi del '99: "La nostra presenza all'Expo diMilano - ha detto Correa - e' dedicata a tutti voi, al vostrosacrificio, che ha permesso la costruzione di un Paese che orarappresentiamo al mondo". "Cio' che mi colpisce dell'Expo - hadichiarato il Presidente del Senato Pietro Grasso - e' checonsente di abbracciare tutti i popoli e le nazioni del globocon le loro tradizioni alimentari. A Milano celebriamo ladiversita' e l'unita' indissolubile del genere umano. Per noi -ha aggiunto - e' motivo di vero orgoglio che la primaEsposizione Universale cui l'Ecuador partecipa con un propriopadiglione sia qui a Milano". Il Presidente Grasso si e'soffermato sull'importante principio ecuadoriano del Buen Vivir- o Sumak Kawsay in lingua Quechua - che consiste nel rapportoequilibrato tra l'Uomo e la Terra, ben rappresentato nellospazio espositivo del Paese, il cui tema e' "Viaggio al centrodella vita". "L'Ecuador - ha affermato il Commissario GeneraleBruno Pasquino - avrebbe avuto diritto a quattro Padiglioni,perche' questo Paese e' un universo da scoprire. Expo e' unmosaico di Paesi impegnati a sensibilizzare il pubblico suitemi di sicurezza alimentare e sostenibilita'. E il Padiglionedell'Ecuador e' uno dei tasselli piu' colorati". Ifesteggiamenti del National Day sono proseguiti con una festosaparata sul Decumano, ai ritmi della vivace musica ecuadoriana,che ha guidato la delegazione e i visitatori dall'Expo Centreal Padiglione del Paese. Concerti di musica tradizionale edesibizioni di "Boobie Dance" - la danza della mascotte, Boobieappunto - hanno animato l'intera giornata. .