Mattarella a Expo: dare alimenti in scadenza a chi ha bisogno

(AGI) - Milano, 5 giu. - "Tra i nostri doveri c'e' quello diridurre gli sprechi. Non e' tollerabile che ogni anno piu' diun miliardo di tonnellate di cibo si disperdano lungo lafiliera alimentare". Il capo dello Stato Sergio Mattarella,durante il suo intervento, alla cerimonia che chiude la suavisita a Expo punita il dito contro gli sprechi e immaginaun'alternativa: "E' possibile fare in modo che i prodottiinvenduti, in prossimita' della scadenza, vengano distribuititra chi ha bisogno e non ha reddito sufficiente. Lo spreco e'un insulto alla societa', al bene comune, all'economia del

(AGI) - Milano, 5 giu. - "Tra i nostri doveri c'e' quello diridurre gli sprechi. Non e' tollerabile che ogni anno piu' diun miliardo di tonnellate di cibo si disperdano lungo lafiliera alimentare". Il capo dello Stato Sergio Mattarella,durante il suo intervento, alla cerimonia che chiude la suavisita a Expo punita il dito contro gli sprechi e immaginaun'alternativa: "E' possibile fare in modo che i prodottiinvenduti, in prossimita' della scadenza, vengano distribuititra chi ha bisogno e non ha reddito sufficiente. Lo spreco e'un insulto alla societa', al bene comune, all'economia delnostro come di ogni Paese". " Alcuni progetti di solidarieta'stanno dando risultati positivi. Occorre estenderli, valutandocome intervenire con strumenti legislativi di sostegno" auspicail presidente Mattarella. "Ridurre gli sprechi e' un grande impegno pubblico -aggiunge - a cui possono partecipare da protagonisti lasocieta' civile organizzata, il volontariato, il no-profit, lacooperazione, l'impresa privata. La cultura dello scarto e delconsumo illimitato non si concilia piu' con il futuropossibile, ne' con lo sviluppo economico. E' questa la novita'del nostro tempo. Uscire dalla crisi di questi anni vuol diresaper innovare e cambiare rotta". (AGI)