Martina, a giorni presenteremo idee governo su futuro area

(AGI) - Rho (Milano), 31 ott. - Gia "nei prossimi giorni" ilgoverno, insieme a Comune di Milano e Regione Lombardia"presentera' le sue idee per il futuro" dell'area dell'Expo"divenuta ormai un simbolo del paese". Lo ha affermato ilministro per l'Agricoltura, Maurizio Martina, nel discorso allacerimonia di chiusura dell'Expo. "Il nostro impegno continua,guai a fermarsi - ha aggiunto - Expo e' stato il tempo dellasemina, da domani dobbiamo prepararci al tempo del raccolto.Sulle nostre spalle la responsabilita' di rimanere all'altezzadi quello che l'esposizione ci ha insegnato in questi mesi".L'Expo e' stato "il

(AGI) - Rho (Milano), 31 ott. - Gia "nei prossimi giorni" ilgoverno, insieme a Comune di Milano e Regione Lombardia"presentera' le sue idee per il futuro" dell'area dell'Expo"divenuta ormai un simbolo del paese". Lo ha affermato ilministro per l'Agricoltura, Maurizio Martina, nel discorso allacerimonia di chiusura dell'Expo. "Il nostro impegno continua,guai a fermarsi - ha aggiunto - Expo e' stato il tempo dellasemina, da domani dobbiamo prepararci al tempo del raccolto.Sulle nostre spalle la responsabilita' di rimanere all'altezzadi quello che l'esposizione ci ha insegnato in questi mesi".L'Expo e' stato "il piu' potente progetto di educazione civicadi questi anni, un grande ponte e ha abbattuto tanti muri". Loha affermato il ministro dell'Agricoltura, Maurizio Martina,nel discorso alla cerimonia di chiusura dell'Expo. "Il mio e'un messaggio di orgoglio per l'Italia - ha detto - abbiamo datouna grande prova e il mondo l'ha riconosciuta. Ci siamoritrovati in questa sfida, ci siamo appassionati, abbiamoraccontato cio' che siamo e cio' che possiamo fare per la pacee la cooperazione fra i popoli. Abbiamo imparato che la nostraidentita', il nostro passato, non puo' essere una rendita diposizione ma rimane forte se si apre al futuro. Il successo diExpo e' innanzitutto nell'entusiasmo dei visitatori che l'hannoinvaso e colorato. Nei loro occhi abbiamo riconoscitivol'Italia che non ha paura, sulle loro gambe cammina oggil'Italia che ha fiducia e non si rassegna". (AGI).