Martina-Le Foll, appello su clima e sicurezza alimentare

(AGI) - Roma, 21 giu. - Una dichiarazione congiunta sul temadella sicurezza alimentare e sul rafforzamento della lottacontro i cambiamenti climatici. E' quella firmata oggi dalministro delle Politiche agricole Maurizio Martina e il suoomologo francese Stephane Le Foll, nel corso dell'incontroavvenuto all'Expo di Milano. Nel documento, i ministririvolgono un appello alla comunita' internazionale per"raggiungere un accordo ambizioso, equo ed universale sulclima, per preservare il pianeta e ridurre la fame e lapoverta', in particolare nelle zone rurali". Martina e Le Follchiedono a tutti gli Stati di "lavorare concretamente nellalotta contro

(AGI) - Roma, 21 giu. - Una dichiarazione congiunta sul temadella sicurezza alimentare e sul rafforzamento della lottacontro i cambiamenti climatici. E' quella firmata oggi dalministro delle Politiche agricole Maurizio Martina e il suoomologo francese Stephane Le Foll, nel corso dell'incontroavvenuto all'Expo di Milano. Nel documento, i ministririvolgono un appello alla comunita' internazionale per"raggiungere un accordo ambizioso, equo ed universale sulclima, per preservare il pianeta e ridurre la fame e lapoverta', in particolare nelle zone rurali". Martina e Le Follchiedono a tutti gli Stati di "lavorare concretamente nellalotta contro il cambiamento climatico, la fame e lamalnutrizione, tramite metodi agricoli che permettano diaumentare la produzione e di ridurre le emissioni di gas aeffetto serra, promuovendo politiche volte a proteggere i suolie ad aumentare il loro contenuto in CO2": l'obiettivo e' di farcrescere il contenuto in sostanza organica dei suoli del 4 permille, che consentirebbe - spiega il Mipaaf in una nota - nonsolo di aumentare considerevolmente lo stoccaggio del biossidodi carbonio (CO2) e di lottare contro il cambiamento climatico,ma anche di migliorare la fertilita' dei suoli grazieall'adozione di metodi di lavoro piu' rispettosi dell'ambientee dei luoghi. I due ministri dell'agricoltura propongonoinoltre che gran parte del Fondo verde, che riunira' icontributi degli Stati piu' ricchi del pianeta per finanziarela transizione energetica dei paesi meno avanzati, ma anche delFondo d'adattamento, e dei 100 miliardi di dollari erogati apartire dal 2020, sia dedicato al finanziamento di politicheche consentiranno agli agricoltori dei paesi del Sud diprepararsi meglio e di adattarsi al cambiamento climatico. Illavoro contenuto nel documento della dichiarazione firmata daMartina e Le Foll si inserisce nel solco tracciato con la Cartadi Milano. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it