Isa-Coldiretti, in Abruzzo allarme bimbi obesi

(AGI) - Milano, 3 lug. - I bambini abruzzesi sono cicciottellie mangiano male. E' l'allarme emerso questa mattina a Milanonell'incontro "Il miglior cibo per i nostri figli", promossodall'Istituto senologico abruzzese (Isa) in collaborazione conColdiretti Abruzzo per diffondere l'importanza della correttaalimentazione tra le giovani generazioni. Un seminarionell'ambito della settimana dedicata all'Abruzzo (29 giugno - 5luglio) nel Palazzo Coldiretti in Expo da cui, alla presenzadel presidente di Coldiretti Pescara Chiara Ciavolich, delpresidente Isa Ettore Cianchetti e del direttore ColdirettiAbruzzo Alberto Bertinelli, e' scaturita una inaspettatanovita': i bambini abruzzesi sono decisamente piu'

(AGI) - Milano, 3 lug. - I bambini abruzzesi sono cicciottellie mangiano male. E' l'allarme emerso questa mattina a Milanonell'incontro "Il miglior cibo per i nostri figli", promossodall'Istituto senologico abruzzese (Isa) in collaborazione conColdiretti Abruzzo per diffondere l'importanza della correttaalimentazione tra le giovani generazioni. Un seminarionell'ambito della settimana dedicata all'Abruzzo (29 giugno - 5luglio) nel Palazzo Coldiretti in Expo da cui, alla presenzadel presidente di Coldiretti Pescara Chiara Ciavolich, delpresidente Isa Ettore Cianchetti e del direttore ColdirettiAbruzzo Alberto Bertinelli, e' scaturita una inaspettatanovita': i bambini abruzzesi sono decisamente piu' "in carne"rispetto ai "colleghi" delle altre regioni. Il 25,8% deipargoli di casa nostra e' infatti in sovrappeso rispetto allamedia nazionale del 22,2%, mentre gli obesi sono il 14,6%contro il 10,6% della media italiana. "Si tratta del risultato di cattive abitudini, prima fratutti l'assunzione di cibi grassi e ricchi di zucchero ascapito dei prodotti base della dieta mediterranea e dellestesse imprese agricole - ha evidenziato Bertinelli di frontead un pubblico folto ed interessato dell'Expo -. Occorrepertanto intervenire nelle case e nelle scuole con una maggioreattenzione all'alimentazione". "E' fondamentale - evidenzia lapresidente di Coldiretti Pescara Chiara Ciavolich - garantireai piu' piccoli cibi sani come i prodotti tradizionali, nonche'frutta e verdura locale che troppo spesso mancano sulle nostretavole". Presupposto da cui, a settembre, come ha annunciato lapresidente Ciavolich, presente all'incontro, "scaturira' laseconda fase del progetto di Coldiretti e Isa avviatoall'interno delle mense scolastiche di Pescara, oltre ad unrafforzamento dei progetti di educazione alla Campagna amicapromossi da Coldiretti nelle scuole". "Dopo la positivaesperienza iniziata con il Comune di Pescara sono in tanti iComuni che stanno dando disponibilita' ad una collaborazioneper il miglioramento delle mense scolastiche e perintraprendere percorsi di educazione alimentare che coinvolganoi bambini e le famiglie - ha evidenziato il presidente IsaEttore Cianchetti - auspichiamo inoltre una sempre maggioreattenzione a tutti quegli elementi indispensabili per porresolide basi su cui costruire una nuova cultura alimentare cheportera' al raggiungimento di quegli obiettivi di prevenzioneche Isa si e' prefissati nel suo percorso associativo". Domenico Pasetti, presidente regionale Coldiretti Abruzzo,evidenzia inoltre che "Tra i nostri obiettivi prioritari c'e'sicuramente quello di formare consumatori consapevoli suiprincipi della sana alimentazione e della stagionalita' deiprodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterraneae rafforzare ancora di piu' il legame con il produttore". Al convegno, oltre ad una folta delegazione dell'istitutosenologico abruzzese, hanno partecipato anche la dietista MariaPrezzavento e la vicepresidente Patrizia Cicconetti. (AGI)Red/Ett