Indicazioni geografiche, Mipaaf ad assemblea mondiale

(AGI) - Roma, 9 ott. - Rilancio delle azioni internazionali pertutelare e valorizzare le produzioni di eccellenza, rafforzandoa livello globale la rete di relazioni esistente traIstituzioni, organizzazioni, Istituti di ricerca e produttori.E' l'obiettivo della Giornata Mondiale delle indicazionigeografiche organizzata dal Ministero delle politiche agricolealimentari e forestali che si terra' il 12 ottobre,all'Auditorium di Palazzo Italia, a Expo Milano 2015, incollaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, allapresenza del Ministro Maurizio Martina. L'iniziativacostituisce un momento di confronto sull'evoluzione del modellodelle Indicazioni Geografiche, sul sistema dei controlli, sullegaranzie per i

(AGI) - Roma, 9 ott. - Rilancio delle azioni internazionali pertutelare e valorizzare le produzioni di eccellenza, rafforzandoa livello globale la rete di relazioni esistente traIstituzioni, organizzazioni, Istituti di ricerca e produttori.E' l'obiettivo della Giornata Mondiale delle indicazionigeografiche organizzata dal Ministero delle politiche agricolealimentari e forestali che si terra' il 12 ottobre,all'Auditorium di Palazzo Italia, a Expo Milano 2015, incollaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, allapresenza del Ministro Maurizio Martina. L'iniziativacostituisce un momento di confronto sull'evoluzione del modellodelle Indicazioni Geografiche, sul sistema dei controlli, sullegaranzie per i consumatori e sui possibili interventi damettere in campo per promuovere queste produzioni agricole ealimentari ed essere sempre piu' competitivi sui mercatiinternazionali. Come contributo alle tematiche di Expo Milano2015 e alla Carta di Milano, uno dei temi centralidell'Assemblea riguardera' il ruolo delle IndicazioniGeografiche nella creazione di un modello di svilupposostenibile a livello internazionale. Un modello al qualel'Italia puo' contribuire in maniera sostanziale grazie alleesperienze sviluppate nelle filiere agricole e alimentari delleDop e delle Igp. L'Italia e' leader in Europa per numero diDenominazioni di Origine Protette (Dop) e IndicazioniGeografiche Protette (Igp). Sono infatti 274 le Dop e Igpitaliane registrate in ambito comunitario, 523 le denominazionidi origine e indicazioni geografiche nel vino e 39 leindicazioni geografiche nelle bevande spiritose e nei viniaromatizzati, a conferma della massima attenzione che il Paeserivolge alle produzioni di qualita' sostenendole con unapolitica di tutela internazionale e promozione. L'Assembleasara' suddivisa in tre Panel tematici: 'IndicazioniGeografiche, Sviluppo Sostenibile e Sicurezza alimentare','Indicazioni Geografiche e scenari futuri' e 'ProtezioneInternazionale delle Indicazioni Geografiche'. (AGI).