Expo: Sala, massimo impegno su trasparenza costi e legalita'

(AGI) - Rho (Milano), 18 set. - Condivisione di informazionicon Arexpo, rassicurazioni sull'applicazione del protocollo dilegalita' anche nella fase di smantellamento, promessa diun'ulteriore verifica dei terreni. Sono questi gli impegniassunti dal commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, a seguitodell'incontro avvenuto oggi con una delegazione del Movimento 5Stelle. Sul tavolo, in particolare, il dopo evento, con tuttele problematiche e i temi che terranno banco dal 1 novembre al30 giugno del prossimo anno. Stando a quanto riportato da Salaal termine della riunione, Expo Spa si e' impegnata acomunicare a Arexpo "entro fine

(AGI) - Rho (Milano), 18 set. - Condivisione di informazionicon Arexpo, rassicurazioni sull'applicazione del protocollo dilegalita' anche nella fase di smantellamento, promessa diun'ulteriore verifica dei terreni. Sono questi gli impegniassunti dal commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, a seguitodell'incontro avvenuto oggi con una delegazione del Movimento 5Stelle. Sul tavolo, in particolare, il dopo evento, con tuttele problematiche e i temi che terranno banco dal 1 novembre al30 giugno del prossimo anno. Stando a quanto riportato da Salaal termine della riunione, Expo Spa si e' impegnata acomunicare a Arexpo "entro fine mese i costi delle bonifiche,del riposizionamento dei terreni e della rimozione dei rifiutispeciali. Siamo in condizione di farlo - ha aggiunto - anche sequalcuno di questi rientra nelle transazioni che ancora stiamochiudendo". In secondo luogo, sono state discusse leprospettive future dell'area. Qui Sala ha ricordato che "laresponsabilita' e' di Arexpo, ma - ha spiegato - la nostraconoscenza del territorio ci fa dire che e' il momento dipassare da una visione del sito nella sua interezza a una cheguardi alle caratteristiche specifiche delle singole aree. Cisiamo impegnati dalla prossima settimana a fornire questenostre competenze in maniera tale che chi pensara' almasterplan futuro abbia le idee chiare sul valore e sui limitidell'area". Quindi, il protocollo di legalita'. Secondo Sala sitratta di tenere nella fase di smantellamento la stessaattenzione, e nelle modalita' messe in campo nella fase dicostruzione: "le imprese che hanno lavorato con noi l'hannofirmato tutte - ha detto - ma la societa' Expo non dovra' faremolto in termini operativi perche' quella fase tocchera' aisingoli paesi per i padiglioni o a Expo per le aree comuni.Pochi Paesi hanno firmato il protocollo di legalita' ma nellafase di costruzione, quando venivano coinvolte impresesegnalate, abbiamo fatto opera di persuasione perche' venisseroestromesse, e questo e' sempre successo, quindi il nostroobiettivo l'abbiamo raggiunto lo stesso. Questa attenzione - haproseguito - non si deve perdere, la nostra intenzione e' dicontinuare a fare pressione perche' queste imprese non venganoimpegnate anche nella fase di smantellamento". Il commissarioha quindi reso noto che sara' chiesto "a Arexpo disottoscrivere il protocollo con la prefettura". Infine, lasocieta' ha assunto l'impegno di "ulteriori verifiche sullaqualita' dei terreni prima di riconsegnarli ufficialmente".(AGI).