Expo: Calabria protagonista con le eccellenze alimentari (2)

(AGI) - Milano, 25 set. - Negli incontri che hanno aperto leattivita', introdotti dal direttore generale del DipartimentoAgricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione CarmeloSalvino, dal dirigente del Settore Agricoltura GiacomoGiovinazzo e dal direttore generale del Dipartimento TurismoPasquale Anastasi, la Regione Calabria ha approfondito il temadel paniere delle eccellenze agroalimentari calabresi, insiemeai Consorzi di Tutela Dop e Igp e al Distretto Agroalimentaredi Qualita' di Sibari. Realta', quelle dei Consorzi di Tutela edel Distretto di Sibari che possono ben figurare nel sistemadelle eccellenze non solo calabresi ma di tutto il Paese,caratterizzati,

(AGI) - Milano, 25 set. - Negli incontri che hanno aperto leattivita', introdotti dal direttore generale del DipartimentoAgricoltura e Risorse Agroalimentari della Regione CarmeloSalvino, dal dirigente del Settore Agricoltura GiacomoGiovinazzo e dal direttore generale del Dipartimento TurismoPasquale Anastasi, la Regione Calabria ha approfondito il temadel paniere delle eccellenze agroalimentari calabresi, insiemeai Consorzi di Tutela Dop e Igp e al Distretto Agroalimentaredi Qualita' di Sibari. Realta', quelle dei Consorzi di Tutela edel Distretto di Sibari che possono ben figurare nel sistemadelle eccellenze non solo calabresi ma di tutto il Paese,caratterizzati, come sono, da livelli elevati di qualita' deiprodotti, dell'organizzazione e dei processi produttivi.Infatti, clementine, bergamotto, cipolla di Tropea e torrone diBagnara non solo costituiscono produzioni di peso nell'economiaregionale (la Calabria produce piu' il 70% delle clementinenazionali, oltre che la totalita' della produzione dibergamotto, specie agrumicola peculiare dell'area meridionaledella regione), ma costituiscono anche produzioni originali euniche della Calabria, figurando come veri e propri marcatoridell'identita' regionale. Inoltre, rappresentano anchestraordinari ambasciatori della qualita' calabrese e italiana,in grado di proporsi con successo sui mercati internazionali.Come testimoniano sia la crescente attenzione verso questeproduzioni sia la performance di alcune filiere -ortofrutta,lattiero-casearia, vitivinicola, dell'olio- come insegnal'esperienza del Distretto Agroalimentare di Qualita' diSibari, uno dei piu' importanti a livello nazionale ed uno deipiu' attivi sulla scena internazionale, con importanti livellidi fatturato raggiunti nell'export. A partecipare ai seguitimeeting, moderati da Laura Giardini del Corriere della Sera, ilpresidente del Distretto Agroalimentare di Qualita' di SibariAntonio Schiavelli; Antonio Veltri, presidente del Consorziodella Cipolla di Tropea IGP; Giorgio Salimbeni, presidente delConsorzio Clementine di Calabria IGP; Maurizio Gramuglia,Presidente del Consorzio del Torrone di Bagnara IGP; EzioPizzi, presidente del Consorzio del Bergamotto; Natalia Saurin,giornalista che ha curato una originale ricerca sui dolciantropomorfi, quali il " Dito di Apostolo" di Bagnara, uno fragli assaggi insieme al Sospiro di Monaca (dolci la cuipreparazione e' nota dal 1700) proposti nella degustazionecurata da Arsac e studenti e tutor degli istituti alberghieridella Calabria. (AGI) Red/Ros (Segue)