Expo: Ban Ki-moon in visita tra padiglioni, bambini e moda

(AGI) - Rho (Milano), 16 ott. - E' iniziata da un viaggio,quello in treno da Torino a Milano, la visita a Expo Milano2015 del segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon e dellamoglie: un viaggio in cui la signora, secondo quanto raccontatopoco dopo dal sindaco di Torino, Piero Fassino - presenteinsieme al ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, e l'ad diFs, Michele Elia sul Frecciarossa 1000 predispostoappositamente - sarebbe rimasta affascinata dal paesaggio, esoprattutto dalle Alpi, delle quali ha scattato numerose foto.Un entusiasmo che, stando ai membri alla delegazione che liaccompagnava, si e'

(AGI) - Rho (Milano), 16 ott. - E' iniziata da un viaggio,quello in treno da Torino a Milano, la visita a Expo Milano2015 del segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon e dellamoglie: un viaggio in cui la signora, secondo quanto raccontatopoco dopo dal sindaco di Torino, Piero Fassino - presenteinsieme al ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, e l'ad diFs, Michele Elia sul Frecciarossa 1000 predispostoappositamente - sarebbe rimasta affascinata dal paesaggio, esoprattutto dalle Alpi, delle quali ha scattato numerose foto.Un entusiasmo che, stando ai membri alla delegazione che liaccompagnava, si e' ripetutamente manifestato tra le sale delpadiglione Zero, prima tappa di Ban Ki-Moon a Expo, illustratedal commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, e ancorafotografate dalla moglie del segretario. Completo scuro lui,pantaloni neri, scarpe basse e giacca a mezza gamba di coloreverde lei: dettagli su cui il segretario generale delle NazioniUnite ha avuto modo di scherzare, come gia' fatto in altreoccasioni, durante la cerimonia ufficiale del World Food Day,svoltosi oggi tra i padiglioni della manifestazione nel giornoin cui cade l'anniversario dei 70 anni dalla fondazione dellaFao. Dal palco, Ban Ki-moon non ha soltanto ribadito come sia"una vergogna l'incredibile quantita' di cibo che vienesprecata", che "la fame e' un'ingiustizia" e che bisognalavorare "insieme per garantire l'alimentazione nel mondointero catturando lo spirito di Expo", ma ha anche avuto mododi intrattenere con un aneddoto sul suo modo di vestire nellacitta' che piu' rappresenta la moda nel mondo. "Quando mi hanno dato i documenti del briefing di fondo -ha detto - nessuno parlava di moda, ma io lo credo doverosoperche' Milano e' riconosciuta nel mondo intero come capitaledella moda. Mia moglie - ha aggiunto - e' delusa dal fatto chenon cambio mai stile, per questo sono rimasto molto sorpresoquando tre anni fa, dopo un'intervista, sono finito sullacopertina di Vogue Italia". Ban ki-Moon ne ha approfittato perricordare, ringraziandola, che Franca Sozzani, direttrice delmensile di moda, e' un'Ambasciatrice Onu, ribadendol'importanza per le Nazioni Unite di avere testimonial tra chiha piu' seguito nelle popolazioni, dai personaggi famosi comecalciatori e attori, ai rappresentati delle Istituzioni tutte,fino ai sindaci. Dopo il pranzo a Palazzo Italia e altriappuntamenti istituzionali, Ban Ki-Moon e consorte hannotrovato il tempo di presenziare una partita di calcio, trecontro tre, tra una squadra italiana, composta da bambini chegiocano nel team Ferrero a Alba, e quella dell'Onu dove hannomilitato i bambini e i nipoti dei dipendenti della sede delleNazioni Unite di Torino. Qui, nel padiglione Kinder+Sport, ilsegretario dell'Onu ha incontrato Roberto Baggio, scambiandocon lui un saluto affettuoso e una stretta di mano, e firmatoil manifesto 'Joy of Moving'. Una tappa al Padiglione degliEmirati Arabi e una a quello della Corea hanno rappresentato ilseguito della visita che e' terminata con un confronto,moderato da Cristina Parodi, con dei giovani negli studi Raiinterni a Expo. (AGI).