Chiude oggi il sito, da lunedi' torna il cantiere

(AGI) - Rho (Milano), 31 ott. - Dopo 184 giorni chiude oggi ibattenti Expo Milano 2015. Da lunedi' l'atmosfera tra ipadiglioni tornera' ad essere quella di un cantiere dovebisegnera' stavolta coordinare lo smantellamento dellestrutture. Resteranno, infatti, intatte nell'area espositivasoltanto il Padiglione Zero, Palazzo Italia, l'Albero dellaVita, Cascina Triulza e l'Open Air Theatre, mentre gli spazidei singoli Paesi, delle aziende e delle Ong seguiranno ipropri diversi destini. A cominciare da quelli che sarannovenduti (un'asta assegnera' quelli di Belgio e Brasile, retecompresa), fino a quelli che verranno demoliti (Corea, Spagna,Uruguay, Thailandia,

(AGI) - Rho (Milano), 31 ott. - Dopo 184 giorni chiude oggi ibattenti Expo Milano 2015. Da lunedi' l'atmosfera tra ipadiglioni tornera' ad essere quella di un cantiere dovebisegnera' stavolta coordinare lo smantellamento dellestrutture. Resteranno, infatti, intatte nell'area espositivasoltanto il Padiglione Zero, Palazzo Italia, l'Albero dellaVita, Cascina Triulza e l'Open Air Theatre, mentre gli spazidei singoli Paesi, delle aziende e delle Ong seguiranno ipropri diversi destini. A cominciare da quelli che sarannovenduti (un'asta assegnera' quelli di Belgio e Brasile, retecompresa), fino a quelli che verranno demoliti (Corea, Spagna,Uruguay, Thailandia, Germania, Qatar, Corea) o i cui materialifiniranno sul mercato (Nepal, Argentina, Colombia, Ecuador eGiappone). In mezzo, una serie di idee che hanno nel riuso ilminimo comun denominatore. Torneranno allora in patria ipadiglioni di Cile, Angola, Barhain (diventera' un giardinobotanico), Azerbaijan (sara' un museo di arte contemporanea aBaku), Regno Unito, Estonia e le torri della Svizzera. Quellodegli Emirati andra' a Masdar City, mentre la Repubblica Cecadonera' il suo alla citta' di Vizovice e i conteiner delPrincipato di Monaco saranno la sede della Croce Rossa inBurkina Faso. L'Austria dovra' espiantare le sue 12mila piante, 54 dellequali alte fino a 16 metri che saranno ripiantumate in un'areavicino Bolzano; sul fronte corporate lo spazio della Coca Coladiventera' un campo da basket a Milano, Kinder+Sport sara'trasferito in Africa sottoforma di aule didattiche eun'infermeria, l'Ovs sara' asilo negli uffici di Mestre per idipendenti del gruppo Coin. Infine, la struttua di Save theChildren andra' a una scuola in Libano, mentre il Children parkdovrebbe essere trasferito in un parco di Milano. Il commissario unico di Expo, Giuseppe Sala, ha piu' voltespiegato di voler rendere questa fase di smantellamento la piu'rapida e efficiente possibile, in modo da consegnare i terrenivuoti a Arexpo - la societa' pubblica che ne e' proprietaria -anche prima rispetto al termine previsto che e' a maggio 2016.Intanto, a primavera dovrebbero riprendere l'attivita' l'Alberodella Vita, Palazzo Italia e il Padiglione Zero, mentre CascinaTriulza ha gia' annunciato che non si fermera' divulgando ilprogramma delle iniziative di novembre. Quanto al futuro delsito, l'unica certezza e' il vincolo dell'area a verde (54%),anche se l'ipotesi piu' accreditata e' che vi venga realizzatoun campus universitario dove l'Universita' Statale di Milanodovrebbe trasferire alcune sue facolta', affiancato da unacittadella della ricerca e l'innovazione cosi' come suggeritoda Assolombarda. Sul fronte di quanti, invece, hanno trovatolavoro tra i padiglioni in questi mesi, il ministro GiulianoPoletti ha gia' avuto modo di sottolineare che non esistonoautomatismi per ulteriori reclutamenti, che l'esperienza di perse' sara' motivo di ausilio nella ricerca di nuovi impieghi eche comunque c'e' l'impegno, insieme alla Regione, perapplicare a questa forza lavoro gli strumenti esistenti persupportarla nel reinserimento nel mercato. (AGI).