Celebrato il Bie Day, Loscertales "guardiamo al futuro"

(AGI) - Rho (Milano), 30 ott. - Una sorta di consacrazionedell'Expo ormai giunto alla fine e un'investitura degli eventiin programma dei prossimi: a mezza via tra l'oggi e il domani,a Expo Milano 2015 si e' celbrato il Bie Day, giornata dedicataall'ente che soprintende queste manifestazioni e che e' prontoa salutare Milano per 'trasferirsi' prima ad Antalya, poi adAstana e infine a Dubai. "Ho avuto il privilegio di essereparte integrante dello sviluppo di Expo Milano 2015 sin dalprimo momento ed e' stato un percorso che ci ha regalato grandisoddisfazioni - ha detto

(AGI) - Rho (Milano), 30 ott. - Una sorta di consacrazionedell'Expo ormai giunto alla fine e un'investitura degli eventiin programma dei prossimi: a mezza via tra l'oggi e il domani,a Expo Milano 2015 si e' celbrato il Bie Day, giornata dedicataall'ente che soprintende queste manifestazioni e che e' prontoa salutare Milano per 'trasferirsi' prima ad Antalya, poi adAstana e infine a Dubai. "Ho avuto il privilegio di essereparte integrante dello sviluppo di Expo Milano 2015 sin dalprimo momento ed e' stato un percorso che ci ha regalato grandisoddisfazioni - ha detto il segretario generale del Bie,Vicente Loscertales -. Ora aspettiamo con impazienza i prossimiExpo di Antalya nel 2016, Astana nel 2017 e Dubai nel 2020. IlBie dara' sempre il massimo per far si' che le prossimeesposizioni ottengano un successo pari a quello ottenuto daMilano". Alla cerimonia e' intervenuto anche il commissario unico diExpo, Giuseppe Sala, che nel suo intervento ha ripercorsoalcuni dei momenti salienti degli ultimi anni, dai meetinginternazionali che hanno preceduto l'Esposizione Universalesino alla costruzione del sito e poi l'evento lungo sei mesi."Expo Milano 2015 e' stata la nostra casa - ha detto - unpiccolo grande mondo nel centro da Europa. Dal giornodell'inaugurazione abbiamo accolto oltre 20 milioni divisitatori, piu' di 60 Capi di Stato, 200 ministri e moltissimeautorita'. Il tema scelto - ha aggiunto Sala - ha consentito losviluppo di riflessioni importanti su nuovi metodi peraffrontare le sfide legate alla alimentazione nel mondo. Sonostate proposte soluzioni innovative, buone pratiche, lanciatestart-up e progetti importanti: questa e' l'eredita' dellaquale dobbiamo essere piu' orgogliosi". Il Commissario haterminato il suo intervento consegnando una copia della Cartad'intenti 'Expos that welcome everyone' ad Albina AssisAfricano, presidente dello Steering committee dei Commissarigenerali di Expo Milano 2015. La Carta promuove il contrasto adogni forma di discriminazione nelle future EsposizioniUniversali ed Internazionali, partendo dalla esperienza di ExpoMilano 2015. (AGI).