Aspiranti cuochi a lezione di alimentazione sportiva

(AGI) - Milano, 4 lug. - Carboidrati e pasti leggeri prima diuna gara, arricchiti da proteine a formare un pasto piu'completo se intercorrono almeno tre ore prima dell'attivita'sportiva. E' il vademecum del pasto dello sportivo, comeillustrato da Irene Del Ciondolo, medico dietetico all'Aziendaospedaliera universitaria senese, che nel pomeriggio ha tenutouna lezione al Padiglione Italia di Expo a una classe di unascuola alberghiera della Basilicata. "Ho fatto una introduzionesulla sana alimentazione, le linee guida, le piramidialimentari e poi ci siamo focalizzati sull'alimentazione dellosportivo, che deve essere un'alimentazione equilibrata,chiaramente focalizzata sulla

(AGI) - Milano, 4 lug. - Carboidrati e pasti leggeri prima diuna gara, arricchiti da proteine a formare un pasto piu'completo se intercorrono almeno tre ore prima dell'attivita'sportiva. E' il vademecum del pasto dello sportivo, comeillustrato da Irene Del Ciondolo, medico dietetico all'Aziendaospedaliera universitaria senese, che nel pomeriggio ha tenutouna lezione al Padiglione Italia di Expo a una classe di unascuola alberghiera della Basilicata. "Ho fatto una introduzionesulla sana alimentazione, le linee guida, le piramidialimentari e poi ci siamo focalizzati sull'alimentazione dellosportivo, che deve essere un'alimentazione equilibrata,chiaramente focalizzata sulla dieta mediterranea", spiega ladottoressa, parlando dell'incontro organizzato dal ministerodella Salute. "Con i ragazzi abbiamo visto quale e' l'alimentazioneconsigliata nelle fasi pre gara e dopo la gara e fatto esempiodi pasti e spuntini", continua Del Ciondolo. "I carboidratiservono nelle vari fasi per mantenere la glicemia costantedurante l'esercizio e per ripristinare le scorte di glucosio",spiega. "Il pasto ideale pre gara e' un piatto di pasta e diriso condito in modo semplice - pasta al pomodoro, all'olio ocon verdure di stagione, condimenti semplici - perche' bisognascegliere cibi che non appesantiscano troppo l'atleta durantel'attivita'". "Se poi intercorrono piu' di tre ore tra il pastoe l'attivita' sportiva - conclude - a quel punto si possonoinserire anche delle proteine e quindi un pasto piu' completopero' ci deve essere il tempo per l'organismo per digerire".(AGI).