Al via 'Fab Food, la fabbrica del gusto italiano'

(AGI) - Rho (Milano), 27 mag. - Suoni, animazioni e,soprattutto, interazione. 'Fab Food. La fabbrica del gustoitaliano' - mostra curata dal Museo della Scienza e dellaTecnologia e promossa da Confindustria nei propri spazi a ExpoMilano 2015 - fa leva soprattutto sull'ingaggio del visitatoreper coinvolgerlo in un percorso di scoperta e consapevolezza.In uno spazio di 900 mq su due livelli, con spirito ludicoemozionale, ma estremamente mirato, l'esposizione declina iltema della manifestazione milanese dedicata all'alimentazioneper far conoscere ai visitatori come sia possibile ottenere,rispettando l'ambiente e le risorse del mondo, prodottialimentari sicuri,

Al via 'Fab Food, la fabbrica del gusto italiano'

(AGI) - Rho (Milano), 27 mag. - Suoni, animazioni e,soprattutto, interazione. 'Fab Food. La fabbrica del gustoitaliano' - mostra curata dal Museo della Scienza e dellaTecnologia e promossa da Confindustria nei propri spazi a ExpoMilano 2015 - fa leva soprattutto sull'ingaggio del visitatoreper coinvolgerlo in un percorso di scoperta e consapevolezza.In uno spazio di 900 mq su due livelli, con spirito ludicoemozionale, ma estremamente mirato, l'esposizione declina iltema della manifestazione milanese dedicata all'alimentazioneper far conoscere ai visitatori come sia possibile ottenere,rispettando l'ambiente e le risorse del mondo, prodottialimentari sicuri, di qualita', a prezzi accessibili e inquantita' sufficiente per tutti grazie all'industria e alle suetecnologie. 'Fab food', alla quale si accede passando attraverso unagrande bocca rossa, si apre con un'immersione nel made inItaly, con i suoi piatti di riferimento che si animano in unaserie di videoproiezioni: e' l'unico passaggio 'contemplativo',gia' dalla seconda sala, infatti, il visitatore e' chiamato afare le sue scelte. E se qui puo' sembrare facile (bastaindicare il cibo preferito mentre una un Food Juke Box loprepara virtualmente davanti), al piano superiore la sfida e'per trovare le soluzioni per sfamare 9 miliardi di persone nel2050. Il visitatore e' chiamato a trovare l'equilibrio traazioni e risorse, facendo operare la filiera agroalimentare, leistituzioni, l'industria, l'universita' e la scuola, iconsumatori e la distribuzione moderna. Un videogioco stimolala riflessione sulla sicurezza, mentre l'installazione'Riflessi di tecnologia', invita a valutare come e' cambiato ilnostro fisico per un approccio alle interdipendenze traalimentazione e stile di vita. Un sistema di specchi mostrainvece come scienza e tecnologia abbiano migliorato le nostrecondizioni di salute; tocchera', infine, alla serie di schermidi 'Ricette di innovazione' spiegare le conquiste piu'significative con cui il sistema agroalimentare italianorisponde alle sfide dell'alimentazione. La mostra, che e' statainaugurata in occasione dell'assemblea generale dellaConfindustria, ha aperto i battenti oggi con la visita delpresidente dell'associazione degli industriali, GiorgioSquinzi. (vai allo speciale 'Eni for Expo')  (AGI) .