Uil: Barbagallo nuovo segretario, cerco unita' con Cgil e Cisl

(AGI) - Roma, 21 nov. - Carmelo Barbagallo e' il nuovosegretario della Uil. Il Consiglio confederale del XVICongresso lo ha eletto all'unanimita'. Succede a LuigiAngeletti. I rapporti della Uil con Cgil e Cisl sono "di breveconvivenza", ha affermato Carmelo Barbagallo nella relazioneconclusiva del Congresso. "Evitiamo di dire che ci sposiamo conqualcuno", ha detto dal palco, facendo riferimento a giudizidiversi venuti dopo la proclamazione dello sciopero generalecon la Cgil. "Noi avremmo preferito andare da soli ma i tempinon ci davano le condizioni per poterlo fare. Abbiamo tentatodi convincere la Cisl fino

(AGI) - Roma, 21 nov. - Carmelo Barbagallo e' il nuovosegretario della Uil. Il Consiglio confederale del XVICongresso lo ha eletto all'unanimita'. Succede a LuigiAngeletti. I rapporti della Uil con Cgil e Cisl sono "di breveconvivenza", ha affermato Carmelo Barbagallo nella relazioneconclusiva del Congresso. "Evitiamo di dire che ci sposiamo conqualcuno", ha detto dal palco, facendo riferimento a giudizidiversi venuti dopo la proclamazione dello sciopero generalecon la Cgil. "Noi avremmo preferito andare da soli ma i tempinon ci davano le condizioni per poterlo fare. Abbiamo tentatodi convincere la Cisl fino all'ultimo. Siamo coerenti. Ma sevolete evitare i matrimoni - ha detto ai delegati - bisogna checi attrezziamo a fare iniziative da soli e fare assemblee intutti i territori portando avanti fiammelle per rilanciare lanostra azione". Barbagallo ha ribadito di aver apprezzatol'intervento della segretaria generale della Cisl, AnnamariaFurlan, "che ha ricordato le battaglie fatte assieme": "Miauguro potremo farne altre assieme - ha sottolineato - ilsegnale che mi viene dagli edili mi fa sperare. Ci puo' esserenon un matrimonio ma la condivisione di obiettivi con chi cista". "Perseguiremo sempre l'unita' sindacale. Ogni mattina mialzo, mi guardo allo specchio e dico: sono unitario - haaggiunto sorridendo Barbagallo - Sono nato unitario nella Flm".Poi pero' Barbagallo non ha rinunciato a marcare la differenzacon una parte della Cgil: "La Fiom deve sapere che la sua ideadi sindacato in questo paese non la condividiamo e non lacondivideremo mai", ha dichiarato, ricordando anche "le azionidi violenza verso i nostri delegati". "La Cgil la trovo un po'imbarazzata - ha poi precisato - verificheremo; io non firmero'mai un accordo che non risponde agli interessi cherappresentiamo". Barbagallo ha riferito di aver chiesto a Cgile Cisl di concordare una data diversa per lo sciopero generalee di aver spiegato alla Cisl che non ci si poteva permetter"azioni al ribasso"; a questo proposito, ha ricordato quantoavvenuto per la legge Fornero: "La mediazione a ribasso ci haportato a tre ore di sciopero e non e' servito a niente". Inprecedenza Carmelo Barbagallo aveva ribadito che lo scioperogenerale indetto con la Cgil per il 12 dicembre non e' di tipo politico e puo' essere revocato se il governo fara' un cambiodi rotta nella legge di stabilita' e nella delega sul lavoro."Abbiamo detto ieri al governo che mancano 21 giorni asciopero. Fino all'ultimo momento - ha affermato dal palco delPalazzo dei Congressi di Roma - aspettero' che il governo ciproponga un tavolo per trovare soluzione ai problemi posti.Altrimenti smetta di dire che facciamo scioperi politici, noili facciamo per i diritti di lavoratori e pensionati". .