Roma: spese Marino, Procura affida delega a GdF

(AGI) - Roma, 12 ott. - I magistrati della Procura di Roma cheindagano sulle spese istituzionali fatte dal sindacodimissionario Ignazio Marino hanno dato oggi incarico al nucleodi polizia giudiziaria della Guardia di Finanza di acquisiretutta la documentazione concernente l'utilizzo della carta dicredito, assegnata dall'amministrazione comunale, con relativamovimentazione bancaria. Il procedimento, avviato dalprocuratore Giuseppe Pignatone, dall'aggiunto FrancescoCaporale e dal pm Roberto Felici sulla base degli espostipresentati da 'Fratelli d'Italia' e dal Movimento 5 Stelle,continua a essere sempre senza indagati e senza ipotesi direato. I magistrati, che vogliono capire le ragioni

(AGI) - Roma, 12 ott. - I magistrati della Procura di Roma cheindagano sulle spese istituzionali fatte dal sindacodimissionario Ignazio Marino hanno dato oggi incarico al nucleodi polizia giudiziaria della Guardia di Finanza di acquisiretutta la documentazione concernente l'utilizzo della carta dicredito, assegnata dall'amministrazione comunale, con relativamovimentazione bancaria. Il procedimento, avviato dalprocuratore Giuseppe Pignatone, dall'aggiunto FrancescoCaporale e dal pm Roberto Felici sulla base degli espostipresentati da 'Fratelli d'Italia' e dal Movimento 5 Stelle,continua a essere sempre senza indagati e senza ipotesi direato. I magistrati, che vogliono capire le ragionidell'aumento del massimale di prelievo passato dai 10mila eurodel giugno 2013 ai 50mila di due mesi dopo, punterannol'attenzione, in particolare, su quelle 6-7 cene'istituzionali'consumate da Marino e che sono state smentite da ristoratori ecommensali. (AGI)