Nsagate: Berlino espelle capo locale Cia per caso spionaggio

(AGI) - Berlino, 10 lug. - Il governo tedesco ha ordinatol'espulsione del capo della stazione Cia in Germania, inseguito alla scoperta di due casi di agenti segreti tedeschiaccusati di essere al soldo di Washington. Lo ha annunciato ilportavoce dell'esecutivo, Steffen Seibert, riferendo che "alrappresentante dei servizi d'intelligence statunitensiall'ambasciata Usa e' stato detto di lasciare la Germania". Si tratta di un passo diplomatico piuttosto insolito traalleati della Nato. Il caso e' venuto alla luce venerdi'scorso, quando e' stato arrestato un agente tedesco che sottointerrogatorio avrebbe ammesso di aver fornito a Washingtondocumenti

(AGI) - Berlino, 10 lug. - Il governo tedesco ha ordinatol'espulsione del capo della stazione Cia in Germania, inseguito alla scoperta di due casi di agenti segreti tedeschiaccusati di essere al soldo di Washington. Lo ha annunciato ilportavoce dell'esecutivo, Steffen Seibert, riferendo che "alrappresentante dei servizi d'intelligence statunitensiall'ambasciata Usa e' stato detto di lasciare la Germania". Si tratta di un passo diplomatico piuttosto insolito traalleati della Nato. Il caso e' venuto alla luce venerdi'scorso, quando e' stato arrestato un agente tedesco che sottointerrogatorio avrebbe ammesso di aver fornito a Washingtondocumenti e informazioni riservate sull'inchiesta avviata daBerlino sull'Nsagate. (AGI).