Libia: Isis rapisce 86 eritrei nei pressi di Tripoli

(AGI) - Londra, 5 giu.- L'Isis ha rapito86 rifugiati eritrei, probabilmente cristiani, in Libia. Loha reso noto Meron Estefanos, attivista per i diritti umani eco-fondatore della Commissione internazionale per irifugiati eritrei a Stoccolma, al sito internet britannico"IBTimes". Gli africani, tra cui dodici tra donne e bambini,sono stati rapiti il 3 giugno mentre erano in viaggio versoTripoli. La maggior parte di loro proviene dalla citta' diAdi Keih, nota per la sua opposizione al regime di Asmara. "I miliziani dell'Isis hanno chiesto chi era musulmano chino. Tutti hanno detto che erano musulmani, ma

(AGI) - Londra, 5 giu.- L'Isis ha rapito86 rifugiati eritrei, probabilmente cristiani, in Libia. Loha reso noto Meron Estefanos, attivista per i diritti umani eco-fondatore della Commissione internazionale per irifugiati eritrei a Stoccolma, al sito internet britannico"IBTimes". Gli africani, tra cui dodici tra donne e bambini,sono stati rapiti il 3 giugno mentre erano in viaggio versoTripoli. La maggior parte di loro proviene dalla citta' diAdi Keih, nota per la sua opposizione al regime di Asmara. "I miliziani dell'Isis hanno chiesto chi era musulmano chino. Tutti hanno detto che erano musulmani, ma quando hannochiesto loro di recitare alcuni versetti del Corano, nonsono stati in grado di farlo", ha detto Estefanos, citandotestimoni oculari che sono riusciti a fuggire. Negli ultimi mesi, l'Isis ha approfittato della situazionedi caos nel Paese radicando la sua presenza in quasi tutta laLibia. Nel mese di gennaio, un gruppo jihadista ha rivendicatoun attentato al Corinthia Hotel di Tripoli, uccidendo diecipersone. Nel mese di febbraio e aprile, i jihadisti hannorilasciato alcuni video che mostrano la decapitazione di uingruppo di cristiani copti egiziani (AGI).