Isis: boia Emwazi in cellula attentati 21 luglio 2005 Londra

(AGI) - Londra, 1 mar. - Ogni giorno che passa emergono nuovielementi per accusare di manifesta incapacita' i servizisegreti britannici per non aver saputo fermare il 27ennelondinese Mohamed Emwazi (piu' noto come Jihadi John) prima chesi unisse ad Isis ed iniziasse il suo lavoro di macellaio diostaggi occidentali. L'ultima rilevazione e' del domenicaleObserver secondo il quale l'Mi5 (il controspionaggio di SuaMaesta') non lo blocco' nonostante sapesse che fosse membro diuna cellula terroristica che aveva legami stretti con gliorganizzatori degli attentati (falliti solo perche' esplosero idetonatori e non le cariche) del

(AGI) - Londra, 1 mar. - Ogni giorno che passa emergono nuovielementi per accusare di manifesta incapacita' i servizisegreti britannici per non aver saputo fermare il 27ennelondinese Mohamed Emwazi (piu' noto come Jihadi John) prima chesi unisse ad Isis ed iniziasse il suo lavoro di macellaio diostaggi occidentali. L'ultima rilevazione e' del domenicaleObserver secondo il quale l'Mi5 (il controspionaggio di SuaMaesta') non lo blocco' nonostante sapesse che fosse membro diuna cellula terroristica che aveva legami stretti con gliorganizzatori degli attentati (falliti solo perche' esplosero idetonatori e non le cariche) del 21 luglio 2005 a Londra. Attacco, sempre con 4 attentatori suicidi, contro ilsistema dei trasporti londinese che doveva essere una copia diquelli, purtroppo riusciti di 14 giorni prima, il 7 luglio, incui 4 kamikaze si fecero saltare in aria sui convogli dellametro e su un autobus massacrando 52 persone e 700 feriti.(AGI).