Forum comunicazione: parte 'rivoluzione dell'immaginazione'

(AGI) - Roma, 3 giu. - Rivoluzionare il brand, la costumerexperience e le responsabilita' nell'era digitale dandoall'immaginazione il potere che serve non piu' solo a innovare,ma a sopravvivere. Su questa linea si sono concentrati gliinterventi della prima giornata del World Communication Forum,l'evento organizzato da Comunicazione Italiana, all'insegna delconfronto e della progettazione del futuro delle aziende, tramanager e professionisti. Oggi a Cinecitta' si e' parlato dicomunicazione e digitale, domani si prosegue con il Forum EventIndustry, per finire il 5 giugno con il Forum dell'Innovazionesostenibile. Ad aprire i lavori del Forum della

(AGI) - Roma, 3 giu. - Rivoluzionare il brand, la costumerexperience e le responsabilita' nell'era digitale dandoall'immaginazione il potere che serve non piu' solo a innovare,ma a sopravvivere. Su questa linea si sono concentrati gliinterventi della prima giornata del World Communication Forum,l'evento organizzato da Comunicazione Italiana, all'insegna delconfronto e della progettazione del futuro delle aziende, tramanager e professionisti. Oggi a Cinecitta' si e' parlato dicomunicazione e digitale, domani si prosegue con il Forum EventIndustry, per finire il 5 giugno con il Forum dell'Innovazionesostenibile. Ad aprire i lavori del Forum della Comunicazione,Fabrizio Cataldi, fondatore di Comunicazione Italiana."L'Italia torna a progettare il proprio futuro" dice, "noicrediamo che proprio attraverso la comunicazione, le aziende ele istituzioni potranno competere a livello internazionale.Bisogna costruire il futuro, attraverso la creativita',l'innovazione e la comunicazione, leve strategiche per laripresa economica". Tra i partecipanti anche AugustoCoriglioni, Presidente della Sezione Information Technology diUnindustria. .