Editoria: firmato accordo tra Agi e agenzia pakistana Ppi

(AGI) Karachi, 15 dic. - L'agenzia di stampa pakistana PPI -Pakistan Press International e Agi - Agenzia GiornalisticaItalia hanno firmato oggi a Karachi un Memorandum ofUndestanding che sancisce la collaborazione tra le due agenzienella produzione editoriale, sia nell'ambito dell'informazioneprimaria che nelle attivita' di comunicazione integrata emultimediale, nella formazione professionale enell'organizzazione di eventi sul territorio. L'accordo conferma la volonta' di PPI e di Agi di definireprogetti congiunti che favoriscano lo sviluppo dei rapporticommerciali e culturali tra Italia e Pakistan, rafforzando ilvalore di entrambe le agenzie, key player nei mercatiinternazionali della

(AGI) Karachi, 15 dic. - L'agenzia di stampa pakistana PPI -Pakistan Press International e Agi - Agenzia GiornalisticaItalia hanno firmato oggi a Karachi un Memorandum ofUndestanding che sancisce la collaborazione tra le due agenzienella produzione editoriale, sia nell'ambito dell'informazioneprimaria che nelle attivita' di comunicazione integrata emultimediale, nella formazione professionale enell'organizzazione di eventi sul territorio. L'accordo conferma la volonta' di PPI e di Agi di definireprogetti congiunti che favoriscano lo sviluppo dei rapporticommerciali e culturali tra Italia e Pakistan, rafforzando ilvalore di entrambe le agenzie, key player nei mercatiinternazionali della comunicazione. "La firma di questo accordotra PPI e Agi e' un passo significativo nello scambio diinformazioni tra Pakistan e Italia" ha dichiarato il Chairmandi PPI Owais Aslam Ali, "e ritengo che contribuira' adaumentare la comprensione reciproca e anche le opportunita' dicooperazione economica tra questi due importanti Paesidell'Asia meridionale e dell'Europa". "Il Pakistan e l'Italia hanno forti rapporti politici edeconomici" ha commentato Gianni Di Giovanni, AmministratoreDelegato di Agi, "fin dalla nascita del Pakistan nel 1947 e, apartire da oggi, hanno anche rapporti giornalistici. Sono certoche questa collaborazione dara' buoni frutti e mostrera' ancorauna volta che gli italiani ed i pakistani possono fare grandicose quando lavorano insieme. Proprio come accadde nel 1954,quando il geografo e geologo Ardito Desio, su mandato delgoverno del Pakistan, ha per primo scalato il K2". (AGI)