TURCHIA: MERCATI BENEDICONO VOTO, SCENARIO IDEALE PER INVESTITORI

(AGI) - Ankara, 13 giu. - L'esito delle elezioni parlamentariturche e' stato accolto positivamente dai mercati, con la Borsadi Istanbul che ha aperto in rialzo, con la lira apprezzatadello 0,4 per cento (1,5698 sul dollaro) e i titoliobbligazionari scesi all'8,81 per cento. Secondo gli analisti,infatti, la netta vittoria del premier Recepp Tayyp Erdogan, masenza quel plebiscito che gli avrebbe consentito di modificarea colpi di maggioranza la Costituzione, rappresenta lo scenarioideale per gli investitori, che temevano l'esacerbarsi delloscontro politico in caso di un trionfo dell'Akp. "Il risultato delle elezioni, che vedono l'Akp

(AGI) - Ankara, 13 giu. - L'esito delle elezioni parlamentariturche e' stato accolto positivamente dai mercati, con la Borsadi Istanbul che ha aperto in rialzo, con la lira apprezzatadello 0,4 per cento (1,5698 sul dollaro) e i titoliobbligazionari scesi all'8,81 per cento. Secondo gli analisti,infatti, la netta vittoria del premier Recepp Tayyp Erdogan, masenza quel plebiscito che gli avrebbe consentito di modificarea colpi di maggioranza la Costituzione, rappresenta lo scenarioideale per gli investitori, che temevano l'esacerbarsi delloscontro politico in caso di un trionfo dell'Akp. "Il risultato delle elezioni, che vedono l'Akp di nuovo alpotere ma con la necessita' di cooperare con l'opposizione, e'il migiliore per il mercato", ha commentato Ari Metso,direttore del Taaleritehdas Asset Management di Helsinki,secondo quanto riportato dall'agenzia Bloomberg. Il Partito per la giustizia e lo sviluppo di Erdogan haottenuto il 49,9 per cento dei voti. Pur avendo aumentato intermini assoluti il proprio consenso (nel 2007 si era fermatoal 46,6), ha perso terreno in termini di seggi, conquistandonesolo 325 seggi su un Parlamento di 550 (nel 2007 ne aveva 341).Una maggioranza che costringera' gli islamici moderati ascendere a compromessi con le opposizioni in caso di modificadella Costituzione. I kemalisti del Chp hanno ottenuto il 25,9per cento (135 seggi) mentre i nazionalisti del Mhp hannoraggiunto quota 13,1 (54 seggi). Da segnalare il piccoloexploit del blocco curdo (i cui candidati correvano comeindipendenti), che ha strappato un 6,4 per cento, riuscendo afar entrare in Parlamento 35 propri esponenti. (AGI)Rmi/Sar