REFERENDUM: MIANO (AC), VOTO E' ANCHE PROVOCAZIONE POLITICA

(AGI) - CdV, 13 giu. - Franco Miano, presidente dell'AzioneCattolica che conta 400mila iscritti, ritiene che il risultatodei referendum non potra' non avere ricadute politiche. "Pursenza stabilire nessi diretti che non sono mai un fattopositivo e non vi e' nessun automatismo in merito", secondoMiano "sicuramente un voto del genere ha un significato anchepolitico." Anche perche', spiega ai microfoni di RadioVaticana, "noi crediamo a una visione globale della politicanella quale non si puo' non far rientrare alcune grandiquestioni di carattere generale da cui la politica develasciarsi interpellare". Quindi, rileva il presidente

(AGI) - CdV, 13 giu. - Franco Miano, presidente dell'AzioneCattolica che conta 400mila iscritti, ritiene che il risultatodei referendum non potra' non avere ricadute politiche. "Pursenza stabilire nessi diretti che non sono mai un fattopositivo e non vi e' nessun automatismo in merito", secondoMiano "sicuramente un voto del genere ha un significato anchepolitico." Anche perche', spiega ai microfoni di RadioVaticana, "noi crediamo a una visione globale della politicanella quale non si puo' non far rientrare alcune grandiquestioni di carattere generale da cui la politica develasciarsi interpellare". Quindi, rileva il presidente di Ac,"questo voto rappresenta una provocazione anche di ordinepolitico". "Noi ci auguriamo - rivela nell'intervista - che rispettoalle singole tematiche ci si rimetta al lavoro per trovarenuove sintesi piu' rispondenti all'espressione che c'e' statadei cittadini e piu' in generale rispondente alla salvaguardiadi alcuni grandi principi che sono legati al bene comune, allapace, alla giustizia, alla salute". L'auspicio di Miano e' chesi possa "riaprire ora un momento che e' ancora piu' delicatodel precedente, perche' e' il momento della ricerca di nuovestrade. Un momento che dovrebbe vedere altrettanta attenzioneda parte di tutti". (AGI)Siz