REFERENDUM: MANTOVANO, CENTRODESTRA NON HA AVUTO POSIZIONI CHIARE

(AGI) - Lecce, 13 giu.- "Il centrodestra non ha avuto posizionidi chiarezza sui referendum, questo e' stato il limite che ciha portati oggi a questo risultato". Il sottosegretarioall'Interno Alfredo Mantovano, da Lecce, dove partecipa ad unconvegno in ricordo del parlamentare salentino Felice Pampo,lancia dure accuse al modo in cui la coalizione di cui fa partesi e' preparata al voto di ieri e oggi. "Il dato referendarioconferma che gli elettori gradiscono posizioni chiare - haspiegato Mantovano - e se c'e' un limite da parte delcentrodestra e' di non avere avuto posizione di

(AGI) - Lecce, 13 giu.- "Il centrodestra non ha avuto posizionidi chiarezza sui referendum, questo e' stato il limite che ciha portati oggi a questo risultato". Il sottosegretarioall'Interno Alfredo Mantovano, da Lecce, dove partecipa ad unconvegno in ricordo del parlamentare salentino Felice Pampo,lancia dure accuse al modo in cui la coalizione di cui fa partesi e' preparata al voto di ieri e oggi. "Il dato referendarioconferma che gli elettori gradiscono posizioni chiare - haspiegato Mantovano - e se c'e' un limite da parte delcentrodestra e' di non avere avuto posizione di chiarezza, nelsenso che ciascun quesito riguardava aspetto di decisioni delgoverno, per cui se l'indicazione da dare agli elettori dovevaessere il non voto, che e' venuto fuori in modo frammentatoalla fine, valeva la pena darla subito, anziche' rifugiarsidietro il disinteresse, la liberta' di coscienza e cose delgenere". L'esponente di Governo non fa nomi, ma lanciafrecciate ai colleghi del centrodestra che, fino all'ultimo,non hanno parlato in merito al referendum: "siamo stati inpochi ad affrontare il merito dei quesiti e chiarire per qualemotivo la posizione da difendere era quella del non voto,questo e' il risultato". "D'altra parte - ha ricordato ilsottosegretario - gia' nel 2005, in un momento difficile per ilcentrodestra, dopo elezioni regionali andate malissimo, quandoci fu referendum abrogativo della legge sulla fecondazioneartificiale, si scelse da subito la strada del non voto e ilrisultato fu totalmente diverso, dal momento che solo il 25%degli elettori si reco' alle urne. "Spero - ha conclusoMantovano - che questa lezione serva a non proseguire, come e'avvenuto negli ultimi mesi, col braccino tirato, la chiarezzadelle posizioni paga sempre".(AGI)Le3/Sec