REFERENDUM: CAPEZZONE (PDL), ORA LA SINISTRA NON STRUMENTALIZZI

(AGI) - Roma, 13 giu. - "Il popolo e' sovrano sempre, e semprele sue decisioni vanno rispettate. Per questo, non seguiremo ilvizio storico di una certa sinistra, che esalta gli elettoriquando votano liberamente in un certo modo, ma grida al regimequando gli stessi elettori votano altrettanto liberamente in unaltro modo. Gli elettori hanno parlato, e dunque vannoascoltati. Punto. Detto questo, pero', se la sinistra rispettadavvero gli elettori, ora non deve strumentalizzare ne'distorcere il loro pronunciamento, o manipolarlo perattribuirgli un significato o un effetto politico che non ha".Lo afferma il portavoce

(AGI) - Roma, 13 giu. - "Il popolo e' sovrano sempre, e semprele sue decisioni vanno rispettate. Per questo, non seguiremo ilvizio storico di una certa sinistra, che esalta gli elettoriquando votano liberamente in un certo modo, ma grida al regimequando gli stessi elettori votano altrettanto liberamente in unaltro modo. Gli elettori hanno parlato, e dunque vannoascoltati. Punto. Detto questo, pero', se la sinistra rispettadavvero gli elettori, ora non deve strumentalizzare ne'distorcere il loro pronunciamento, o manipolarlo perattribuirgli un significato o un effetto politico che non ha".Lo afferma il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone, cheaggiunge: "Gli italiani hanno votato su alcune precisequestioni, e non erano certo chiamati a pronunciarsi pro ocontro il Governo. Chiunque brandisca questo esito referendariocome un verdetto favorevole o contrario all uno o all altroschieramento politico fa un torto agli elettori, li inganna, epretende di abusare delle loro decisioni".(AGI)