NUCLEARE: VERONESI, GRAVE CHE ITALIA SI PRIVI FONTE ENERGETICA

(AGI) - Roma, 13 giu. - "Ritengo che sia grave per l'Italiarinunciare alla possibilita' di far fronte alla futurainsufficienza energetica anche con il nucleare". Cosi' UmbertoVeronesi, oncologo e presidente dell'Agenzia per la sicurezzanucleare, commenta l'esito del referendum. Veronesi si dice"soddisfatto dell'affluenza, che e' segno di fortepartecipazione civile e dunque un buon segno per il Paese, e miinchino di fronte alla volonta' negativa dei cittadini rispettoal nucleare". Tuttavia, sottolinea, "i Paesi avanzati delmondo, anche dopo l'incidente giapponese, danno priorita'assoluta al prossimo scenario del dopo-petrolio e stannostudiando metodi di produzione di

(AGI) - Roma, 13 giu. - "Ritengo che sia grave per l'Italiarinunciare alla possibilita' di far fronte alla futurainsufficienza energetica anche con il nucleare". Cosi' UmbertoVeronesi, oncologo e presidente dell'Agenzia per la sicurezzanucleare, commenta l'esito del referendum. Veronesi si dice"soddisfatto dell'affluenza, che e' segno di fortepartecipazione civile e dunque un buon segno per il Paese, e miinchino di fronte alla volonta' negativa dei cittadini rispettoal nucleare". Tuttavia, sottolinea, "i Paesi avanzati delmondo, anche dopo l'incidente giapponese, danno priorita'assoluta al prossimo scenario del dopo-petrolio e stannostudiando metodi di produzione di energia nucleare piu'efficienti e piu' sicuri. Sono preoccupato seriamente -aggiunge Veronesi - perche' l'Italia non possiede fontienergetiche proprie ed e' gia' nella situazione di dipendenzaenergetica, che gli altri Paesi si stanno impegnando ad evitarecon consapevolezza e impiego di risorse. Temo fortemente infineche la ricerca italiana, gia' proiettata sulla fusionenucleare, si fermera' e sappiamo che senza ricerca non c'e'futuro. Il mio timore e' che l'Italia possa finire per essereun'appendice turistica del mondo avanzato". (AGI)Pgi