Expo: Brambilla, inaccettabile consideri animali soltanto cibo

(AGI) - Milano, 7 mar. - "Mi aspetto che l'Expo dedicatoall'alimentazione sia anche un'occasione per riflettere sullostatus degli animali, sulle sofferenze negli allevamentiintensivi, sulla loro non sostenibilita' ambientale edeconomica, sull'alternativa vegetariana. E' inaccettabile checonsideri gli animali soltanto come cibo". Lo ha detto MichelaVittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana DifesaAnimali e Ambiente, durante l'incontro pubblico 'Expo eanimali: un'occasione perduta?' organizzato in collaborazionecon l'Associazione Italiana Turismo Responsabile. "C'e' ilrischio concreto - spiega - di vedere una manifestazioneambiziosa ridursi ad una versione planetaria delle sagre divillaggio dove i venditori (governi o

(AGI) - Milano, 7 mar. - "Mi aspetto che l'Expo dedicatoall'alimentazione sia anche un'occasione per riflettere sullostatus degli animali, sulle sofferenze negli allevamentiintensivi, sulla loro non sostenibilita' ambientale edeconomica, sull'alternativa vegetariana. E' inaccettabile checonsideri gli animali soltanto come cibo". Lo ha detto MichelaVittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana DifesaAnimali e Ambiente, durante l'incontro pubblico 'Expo eanimali: un'occasione perduta?' organizzato in collaborazionecon l'Associazione Italiana Turismo Responsabile. "C'e' ilrischio concreto - spiega - di vedere una manifestazioneambiziosa ridursi ad una versione planetaria delle sagre divillaggio dove i venditori (governi o multinazionali) sicontendono gli spazi per impiantare il chiosco e smerciare leproprie specialita' (per lo piu' a base di carne)". L'exministro si chiede infine quale spazio si vorra' dare allostile di vita vegano/vegetariano, "a chi, cioe' non consideragli animali come cibo o vuole comunque orientarsi verso unaforma piu' responsabile di alimentazione: 75 milioni di personeglobalmente, con tendenza all'aumento, secondo l'Economic andsocial research institute di Dublino, tra i 4,2 e i 7 milioniin Italia secondo le varie stime. Intanto, sul fonteorganizzativo - conclude - non e' un buon inizio non averconsentito l'ingresso a persone con animali domestici alseguito ne' aver previsto, all'esterno del sito, aree o serviziin cui lasciare gli animali durante la visita". (AGI)Red/Car