Sicurezza, per Adoc Roma "citta' aperta" a malavita e criminalita'

DAL CENTRO ALLA PERIFERIA CONTINUI EPISODI DI VIOLENZA

Dopo l'inseguimento con sparatoria nella zona di Ponte di Nona l'Adoc rimarca la grave condizione di insicurezza della Capitale, estesa a tutta la citta', sia nelle zone centrali che nelle piu' periferiche, in particolare in prossimita' dei locali notturni piu' frequentati.

"Roma sta diventando una citta' sempre piu' insicura, sia per i cittadini che per i turisti in visita, una "citta' aperta" alla malavita - dichiara Lamberto Santini, Presidente dell'Adoc - non solo la Stazione Termini, anche molte altre zone della Capitale sono a rischio sicurezza, in particolare le zone della movida sia al Centro che in periferia, che nelle ore notturne diventano teatro di episodi di violenza e aggressioni. Un'inarrestabile degrado urbano e di civilta' che non solo mette a rischio la salute delle vittime ma danneggia pesantemente anche l'immagine e la qualita' della vita della Capitale, anche dal punto di vista economico. Devono essere adottate con urgenza tutte le azioni e gli interventi piu' idonei per ripristinare i livelli di sicurezza e, contestualmente, si deve intervenire nella lotta al degrado urbano."