Salute: una nuova vita dell'Iss dopo il commissariamento?

L'Istituto Superiore di Sanita' (ISS) sta per essere commissariato dal Ministero della Salute per irregolarita' nei bilanci: sara' l'occasione giusta per migliorare l'efficienza e potenziarne il ruolo istituzionale?

"L'Istituto Superiore di Sanita' ha contribuito, in questi anni, a prevenire ed eliminare pericoli piu' o meno gravi per la salute dei cittadini: per questo, ci auguriamo che sia questa l'occasione per migliorarne l'efficienza e potenziarne il ruolo istituzionale". E' quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), in riferimento al commissariamento dell'ISS, deciso dal Ministero della Salute.

"La nostra associazione, sin dalla sua fondazione nel lontano 1955 -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- ha trovato nell'Istituto una collaborazione efficiente ed in alcuni casi insostituibile: basti pensare all'attivita' di informazione della cittadinanza svolta (mai in toni allarmistici e scandalistici) ogni qual volta scoppia un'emergenza alimentare come ad esempio la mucca pazza o l'allarme diossina, oppure il prezioso contributo nella lotta ed il debellamento della rabbia dal nostro Paese; gli interventi nei casi di disastri naturali e i controlli sui vaccini contro la poliomielite".

"Ci auguriamo -conclude il Segretario generale- che questo momento di crisi si trasformi in un'opportunita' per dare nuovo slancio e vitalita' all'ISS, potenziandone il suo ruolo di riferimento scientifico per la Sanita' pubblica nazionale, ma anche internazionale e mi riferisco a quei Paesi in via di sviluppo, che hanno ancora bisogno del concreto sostegno che l'Istituto puo' dare".

1 luglio 2014