Premio Dona 2014: il "nuovo" e' certificato SEiD

Tante le novita' dell'ottava edizione del "Premio Vincenzo Dona" dedicata ad innovazione e sharing economy: anche un'etichetta anticontraffazione per il badge dell'evento.

"Anche il badge del Premio Dona di quest'anno avra' un tocco di novita' grazie ad un sistema di certificazione nuovo, veloce, a basso costo e molto semplice nell'uso". E' quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), rivelando alcune delle novita' del "Premio Vincenzo Dona (26 novembre, Teatro Argentina, ore 9), dedicato quest'anno al tema: "Cresce la cultura del nuovo-nuove imprese per nuovi consumatori".

"Nell'ottava edizione -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- abbiamo voluto dare spazio anche ad aziende giovani che propongono progetti innovativi e a misura di consumatore: una di queste e' sicuramente SEiD-Security and Identity System, start up del gruppo Unicheck che con il suo sistema di certificazione garantisce ai consumatori maggiori tutele nei confronti della contraffazione, ma anche informazioni piu' precise sui prodotti che si acquistano. SEid portera' la sua testimonianza nel campo del packaging farmaceutico, ma soprattutto certifichera' i nostri badge con la sua innovativa etichetta".

"Il nostro sistema di certificazione -aggiunge Francesca Rizzo, Ceo di SEiD- prevede una doppia etichetta che permette al consumatore di avere le informazioni sulla tracciabilita' del prodotto, interrogando un primo codice (alfanumerico e irripetibile) prima dell'acquisto, ma poi attraverso il secondo codice, nascosto e consultabile solo dopo l'acquisto, si ha accesso anche ad una serie di dati sul post vendita come le garanzie o i consigli per l'utilizzo. Il sistema coglie anche le recenti esigenze esternate dal premier Matteo Renzi in ordine all'eliminazione degli 'scontrini fiscali' sostituibili a tutti gli effetti da un sistema di 'tracciabilita' elettronica' come quella proposta da SEiD. La lettura del codice e' facile e veloce: basta scaricare un'app generica per la lettura dei Qr-code (o scaricare l'app ufficiale SEiD)".

"Per scoprire dunque cosa si cela dietro il badge del Premio Dona 2014 -conclude il Segretario generale Massimiliano Dona- non vi resta che scaricare un'app di lettura dei codici e prepararvi ad interagire con noi.  Ma le novita' non finiscono qui, continuate a seguirci su Facebook e Twitter attraverso gli hashtag #premiodona2014 e #consumatorinuovi".

Roma, 21 novembre 2014