Pil terzo trimestre ancora negativo, a -0,1%

CODACONS: PAESE CONTINUA AD ARRETRARE, SERVE IMMEDIATO CAMBIO DI ROTTA

Il nuovo calo del Pil nel III trimestre del 2014 e' la prova di come il paese continui pericolosamente ad arretrare, tornando addirittura ai livelli del 2000. Lo afferma il Codacons, commentando i dati dell'Istat.

"Mentre l'Europa va avanti, l'Italia non solo non cresce, ma torna indietro, registrando dati economici negativi su tutti i fronti - afferma il Presidente Carlo Rienzi - Il fatto che da 13 trimestri non si registri una crescita del Pil rappresenta una sonora bocciatura delle scelte operate negli ultimi anni dalla classe politica, che aumentando le tasse e deprimendo i consumi ha ucciso l'economia nazionale, le imprese e le industrie, impoverendo oltre ogni misura le famiglie".

"Serve un deciso cambio di rotta e serve subito - prosegue Rienzi - per arrivare ad un taglio di spese, tasse e sprechi che sia reale e non solo propaganda, e per aumentare il potere d'acquisto delle famiglie sceso del -12% negli ultimi 7 anni".

14 novembre 2014