L. stabilita': aumento Iva e' "follia allo stato puro"

MAGGIORE SPESA PER FAMIGLIE ED EFFETTI DISASTROSI SUI CONSUMI. PRECEDENTI AUMENTI IVA BOOMERANG PER LE CASSE DELLO STATO

Un nuovo aumento dell'Iva nel nostro paese e' "follia allo stato puro". Lo afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, commentando clausola di salvaguardia della legge di Stabilita' 2015.

E che si tratti di pura follia lo dimostrano i numeri - prosegue Rienzi - Innanzitutto l'ennesimo aumento dell'Iva determinerebbe un aggravio di spesa per le famiglie, e in un momento di crisi e di acquisti ridotti al lumicino non rappresenterebbe certo una scelta saggia. In secondo luogo, l'incremento dell'imposta determinerebbe una ulteriore riduzione dei consumi degli italiani fino al -2%, con danni incalcolabili per il commercio e l'intera economia. In ultima analisi - prosegue Rienzi - i precedenti aumenti dell'Iva si sono tradotti in un boomerang per le casse dello Stato: basti pensare che solo tra settembre 2011 (quando cioe' si registro' il primo incremento dell'aliquota dal 20 al 21%) e dicembre 2012, la riduzione del gettito e' stata altissima e pari a 3,5 miliardi di euro, per effetto dei minori consumi degli italiani, che hanno reagito all'incremento generalizzato dei prezzi".

2 ottobre 2014