L'Istat, la modernita' e' Matteo Renzi

Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori, nel suo editoriale sul blog "AAA...Acquisti" su Today. it, commenta gli ultimi dati Istat, parlando del "cambiamento di un'epoca".

"Credo nei nuovi consumatori, in quelli che cominciano finalmente ad acquistare online (16 milioni oggi rispetto ai 9 milioni del 2011); credo nella sharing economy; credo nelle dinamiche collaborative che fanno di ogni consumer un pro-sumer". E' quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell'Unione Nazionale Consumatori (http://www.consumatori.it), nel suo editoriale sul blog "AAA...Acquisti" di Today. it, commentando gli ultimi dati Istat, trasmessi nei giorni scorsi.

"I dati statistici -afferma Dona (segui @massidona su Twitter)- perdono di significato se per guardare i numeri cessiamo di osservare il mondo circostante. Per questo sono stanco di sentir parlare del crollo della spesa delle famiglie, di quanto la crisi affligga i bilanci familiari e le abitudini di acquisto... Non vorrei sembrare insensibile a chi fatica ad arrivare a fine mese, ma ho la sensazione che in molti non si siano ancora accorti che (per citare il sociologo Francesco Morace) non stiamo vivendo una 'epoca di cambiamento', ma il 'cambiamento di un'epoca'".

"Chi parla ai consumatori -aggiunge Massimiliano Dona- non puo' piu' farlo con gli stilemi della drammatizzazione, con le tinte fosche del catastrofismo. Certo molte famiglie vivono in seria difficolta' e sarebbe necessario accrescerne il potere di acquisto, ma forse questo e' anche il tempo di insegnare che e' necessario guardare con occhi nuovi ai nuovi paradigmi, vivere con spirito partecipativo (e non subendole) le novita' che ogni giorno affollano il mercato degli acquisti."

11 luglio 2014