Giochi: su tablet e smartphone giochi d'azzardo anche per bambini

Codacons ne chiede il sequestro e attacca la campagna avviata dal Moige: e' controproducente

Il Codacons annuncia oggi un esposto all'Autorita' per le comunicazioni e alla Procura di Roma contro le applicazioni per tablet e smartphone che spingono i minori al gioco.

Nell'ultimo periodo sono fioriti giochi per telefonini e dispositivi portatili dedicati ai piu' piccoli, in tutto e per tutto simili a slot machine, casino e bingo - spiega l'associazione - Si tratta di applicazioni pericolosissime, perche' avvicinano i bambini al gioco rendendoli piu' inclini all'azzardo negli anni a venire, con incremento delle possibilita' di sviluppare una vera e propria dipendenza. Per tale motivo chiediamo all'Agcom e alla Procura di disporne il ritiro da tablet e smartphone e il sequestro cautelare.

E proprio in tema di giochi e minori il Codacons attacca la campagna "18+, con le regole non si gioca" promossa da Lottomatica, Moige e Fit, la federazione dei tabaccai. Questa campagna e' controproducente e lancia messaggi contraddittori - denuncia l'associazione - perche' fa pensare che dai 18 anni in poi giocare d'azzardo vada bene e non ci sia necessita' di tutelare i giocatori maggiorenni. Riteniamo intollerabile che il Governo Renzi - che tra l'altro ha bloccato l'attivita' del Dipartimento Politiche Antidroga sul fronte del gioco - finanzi con soldi pubblici campagne di questo tipo che vedono coinvolti soggetti - come Lottomatica e tabaccai - che dal gioco ottengono lauti guadagni.

26 settembre 2014