EU4CONSUMERS: Adoc, un commercio corretto e' prima difesa per oltre 800 milioni di consumatori europei

In occasione dell'evento "EU Cooperation for enforcement of consumer legislation", il Presidente Santini di Adoc, intervenuto alla tavola rotonda su "Legislazione dei consumatori e commercio elettronico", torna a ribadire l'importanza di una politica europea centrata sui consumatori, in grado di assicurare alti livelli di sicurezza negli acquisti e un mercato concorrenziale.

"Con la direttiva 83/2011 l'Unione Europea ha dato un forte segnale agli oltre 800 milioni di consumatori europei - dichiara Lamberto Santini, Presidente dell'Adoc - siamo fortemente convinti che un commercio senza distorsioni e comportamenti scorretti, con diritti certi e tutele ampie, sia la prima difesa per i consumatori. Il forte interesse della UE sul commercio elettronico e' emblematico, in quanto rappresenta sia il futuro delle transazioni sia perche' ha un respiro di portata internazionale. Crediamo che l'Unione Europea possa e debba ancora intervenire su un aspetto complementare, ossia velocizzare le procedure di intervento e sanzione da parte delle Autorita' nazionali, come la nostra Antitrust, nei confronti delle aziende e degli operatori che adottano comportamenti scorretti a danno dei consumatori e del libero mercato. Un esempio su tutti, nell'ultimo biennio l'Antitrust, grazie anche alle nostre segnalazioni, ha provveduto a far chiudere e sanzionare oltre duecento siti web che vendevano prodotti contraffatti. Un'azione fondamentale a tutela dei consumatori e delle aziende corrette. Siamo inoltre convinti che debba essere affrontato, con urgenza, il tema delle diseguaglianze nel mercato farmaceutico europeo".

Roma, 8 luglio 2014