Energia: nuova tariffa per le pompe di calore. CTCU: possibili risparmi di spesa

Il 1° luglio e' partita la sperimentazione della nuova tariffa dell'energia elettrica, denominata "D1". La tariffa e' pensata per i clienti domestici che utilizzano esclusivamente pompe di calore elettriche quale mezzo di riscaldamento della propria casa. La sostanziale differenza con le "normali" tariffe domestiche (ovvero la D2 e la D3) e' che per queste ultime il prezzo (o meglio, la componente variabile del prezzo) dell'energia ha un valore crescente al crescere dei consumi, mentre con la tariffa D1 il prezzo per chilowattora resta uguale, indipendentemente dal volume di energia consumato.

A chi conviene la tariffa?
La tariffa D1 e' interessante per coloro che hanno un consumo di energia elevato ed una potenza  installata elevata (ad es. 4,5 kW). Chi invece consuma poco, utilizzando la nuova tariffa potrebbe arrivare anche a pagare di piu'; pertanto sara' bene effettuare un'attenta valutazione prima di attivare la tariffa. Nel nostro esempio di calcolo, per un contratto di 4,5 kW ed un consumo annuo di 4.500 kWh abbiamo calcolato un risparmio di circa 180 euro all'anno.

Chi puo' attivare la tariffa?
Chiunque abbia una pompa di calore elettrica messa in funzione dopo il 1° giugno 2008. Le aziende operanti sul cd. "mercato tutelato" sono obbligate ad offrire la nuova tariffa, mentre per le societa' del "mercato libero" bisognera' chiedere loro se offrono la tariffa. Per la nuova tariffa non serve installare un contatore apposito. Sono escluse le utenze condominiali.

Quanto costa il cambio della tariffa?
Per quanto riguarda il mercato tutelato il solo cambio della tariffa non comporta costi, a meno che non si chiedano contestualmente altre variazioni, quali ad es. l'aumento della potenza. In ogni caso il venditore deve sempre informare il cliente su tutti i costi addebitati, prima della conclusione del contratto.

Posso cambiare idea e ritornare alla precedente tariffa?
Si', in qualsiasi momento. Bisogna pero' tener presente che una volta che si e' rinunciato alla tariffa D1, non sara' poi piu' possibile rientrare nella sperimentazione.

Maggiori info sul sito dell'Autorita' per l'Energia Elettrica ed il Gas al link www.autorita.energia.it/allegati/consumatori/pompecal_faq.pdf.

9 luglio 2014